Turismo accessibile, Altamura esporta il progetto

0
1.717 Numero visite

In attesa della presentazione ufficiale dei nuovi Piani di Azione Locale nell’ambito della nuova programmazione 2014-2020, il Gal Terre di Murgia ha ripreso il ciclo di incontri con il partenariato sociale e con tutti i portatori di interesse del territorio allargando il raggio di incontri anche ai nuovi quattro comuni che recentemente sono finiti nella rete delle competenze del Gal Terre di Murgia.

mfront_turismo_accessibile_(1)Risale a pochi giorni fa la tavola rotonda organizzata a Sannicando di Bari e dedicata al Turismo accessibile e all’Agricoltura sociale durante il quale le associazioni di Altamura hanno presentato il progetto dedicato al turismo accessibile che sarà prossimamente candidato ai fondi previsti dal Psr.
A illustrare l’idea progettuale con la speranza di estendere le buone pratiche altamurane al resto del territorio è stato Pietro Colonna, presidente della Proloco altamurana che ha introdotto la ratio del progetto realizzato e condiviso da una lunga serie di associazioni tra cui la stessa Proloco, Apulia convention Bureau, Ass. Learn, ANFASS Onlus, Ass. “Il Vagabondo”, Ass. “Cuore di Altamura”, ARCHE- AIDE (Ass. Italiana Donne Europee), AIGO- Confesercenti Terra di Bari, ENS (Ente Nazionale Sordi) e UCI (Unione Italiana Ciechi).
I primi risultati sono già concreti.

“Dopo una fase di monitoraggio della situazione esistente – ha spiegato nel dettaglio Michele Disabato – dopo una prima ricognizione dei luoghi accessibili, il gruppo di lavoro ha elaborato due percorsi turistici, il primo in città e il secondo naturalmente accessibile pensato tra i sentieri del Parco dell’alta Murgia” con tanto di prototipi di ausili fisici per il trasporto delle persone con disabilità motoria.
“Il percorso del turismo accessibile – ha aggiunto Disabato – va di pari passo con l’approvazione e la realizzazione del P.E.B.A., il piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche e soprattutto con la formazione degli operatori turistici”.
Un progetto salutato con favore dal sindaco di Sannicandro, Giuseppe Giannone e dalle altre realtà associative del territorio.
La speranze è di “riuscire a creare una rete di attività, associazioni e operatori del settore che coordinati dalle istituzioni possano finalmente fare rete e sviluppare il settore turistico” ha spiegato l’assessore al turismo Saverio Mascolo.

http://www.altamuralife.it/

Newsletter