IntendiMe, il braccialetto per non udenti

0
6.197 Numero visite
Pubblicità

La nostra vita quotidiana è ormai fatta di notifiche di ogni tipo. Arriva una mail o un messaggio su WhatsApp? Il telefono suona e si illumina. Scatta l’allarme in casa perché il gatto ha rovesciato un vaso? Vi arriva un “bip” sul telefono. Suona il citofono, il forno ha finito di cuocere lo sformato, la telecamera di sicurezza ha ripreso un visitatore fuori dalla porta di casa?

Pubblicità

IntendiMe-il-braccialetto-per-non-udentiNotifiche, notifiche, notifiche. Un bel problema per le persone non udenti o ipoudenti, che per reggere il ritmo sono costrette a tenere sempre sotto controllo lo smartphone (o affidarsi alla non sempre affidabile vibrazione). La startup sarda IntendiMe ha avuto un’idea per risolvere questo inconveniente: un braccialetto “raccogli-notifiche”.

In giro viene già descritto come “il braccialetto che fa sentire i sordi”, ma la definizione è inesatta: IntendiMe non è infatti un apparecchio acustico da polso, piuttosto una centrale di controllo a cui collegare qualsiasi oggetto di casa vostra che produca suoni, e che si gestisce tramite App. Non è un’idea completamente originale: sul mercato esistono già rilevatori sonori di questo tipo, che però solitamente funzionano legati a una singola fonte.

IntendiMe, invece, sarà universale: l’App si può sincronizzare con tutti i device che volete, e si occupa di raccogliere gli input dagli oggetti connessi e trasformarli in vibrazione e luce. “Una soluzione in grado di far sentire chiunque abbia problemi di udito più indipendente e al sicuro” si legge sul sito: per ora è in fase di brevetto, se tutto va come deve potrebbe arrivare sul mercato entro quest’anno.

http://www.youtech.it/

Notizia