L’accesso alle spiagge diventa tecnologico

0
1.218 Numero visite

Gli assessori Fabrizio Arienti e Michele Lubrano hanno spiegato come non siano più sufficienti, nel settore in questione, le indicazioni tradizionali e il cartello di metallo con su la scritta “Spiaggia La Bionda” o Torre dell’Argentiera, magari in più lingue.

portostantostefanoSe non conosci la stradina per raggiungere Mare Morto o Torre Ciana, devi avere con te uno smart phone o un tablet. I tecnici dello studio Officine creative, autori del progetto “Qr Travel”, hanno illustrato la piattaforma informatica di promozione territoriale attraverso sistemi innovativi basati su tecnologia di prossimità internet e apparecchiature smartPhone o tablet. La segnaletica contiene una specie di codice a barre (Qrc),che può essere letto da un tablet o uno smart phone il quale dà a voce le indicazioni utili per raggiungere l’agognata spiaggia.

Un primo vantaggio del sistema è di essere gratuito. Le spese vengono sostenute dalla pubblicità che, in forma minima, scorre sul tablet. È facile da usare: l’utente inquadra il Qrcode con il suo smart, o lo avvicina all’etichetta Nfc e tutto il resto (le indicazioni) va in automatico. Non necessita di particolari App, occorre solo il lettore di Pcr (quel quadratino che sembra la planimetria del labirinto del Minotauro).

La piattaforma è adatta per le persone con ridotte capacità sensoriali come non vedenti o non udenti. Oltre al Qrcode, è stata testata la tecnologia di prossimità con la quale basta avvicinare il dispositivo all’etichetta (TAG) posta accanto al QRCode, per accedere ai servizi di QRTravel. Questa tecnologia può essere utilizzata anche per i siti archeologici. Quando entrerà in funzione il dispositivo ? Entro il mese di luglio.

Renzo Wongher

http://iltirreno.gelocal.it/grosseto

Newsletter