PUBBLICITA

Le Deaflympics sono in programma dall’1 al 15 maggio a Caxias do Sul: le azzurre vogliono difendere la medaglia d’argento conquistata 5 anni fa

PUBBLICITA

di Luca Samotti

La nazionale italiana di volley sorde si sta avvicinando a piccoli passi verso il grande appuntamento delle Deaflympics, in programma dall’1 al 15 maggio a Caxias do Sul, in Brasile.

Le ragazze capitanate dalla bergamasca Ilaria Galbusera sono chiamate a ripetere l’impresa di 5 anni fa a Samsun, in Turchia, quando con una straordinaria cavalcata chiusero il torneo al secondo posto, sconfitte in finale solo dall’imbattibile Giappone.

Grazie a quella medaglia, la 31enne di Sorisole fu insignita dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella con l’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, “per l’impegno e la passione con cui fa dello sport uno strumento di conoscenza e inclusione delle diversità”.

Il secondo posto è arrivato anche a ottobre, ai campionati del mondo, con la sconfitta al tie-break contro la Turchia: risultati che dimostrano come la compagine azzurra abbia tutte le potenzialità per puntare a un altro traguardo prestigioso.

La marcia di avvicinamento all’appuntamento olimpico è iniziata a Milano, col primo raduno dal 9 al 12 dicembre, poi replicato a Modena dall’11 al 13 febbraio.

Sotto la guida di Glauco Sellan, subentrato ad Alessandra Campedelli, le ragazze sono tornate a riunirsi nel weekend appena trascorso a Castelnovo Ne’ Monti (provincia di Reggio Emilia): uno stage di quattro giorni concluso con il match amichevole contro il Volley Ball San Martino (Serie C), perso per due set a uno.

Prima di volare in Brasile, con partenza prevista tra il 27 e il 29 aprile, la Nazionale avrà un ultimo raduno a Milano dall’1 al 3 aprile, dove sarà presente anche la Nazionale di Calcio a 11 allenata da Igor Trocchia.

Sarà quella l’ultima occasione per consolidare il gruppo e affinare l’intesa: poi prima di iniziare a fare sul serio.

 

Notizia