Associazione Nazionale Sordi: “Soggetti disabili uditivi vivono in condizioni precarie”

0
53 Numero visite

E’ con profondo rammarico dover evidenziare la condizione precaria e le numerose difficoltà in cui vivono i soggetti disabili uditivi in Calabria, nonostante tutti gli sforzi promossi negli anni dalle istituzioni regionali, basti citare la recente iniziativa delle Work Experience FSE 2007-2013 – Asse III inclusione sociale, che ha dato la possibilità di formare i disabili uditivi, anche attraverso tirocini formativi. Ad oggi, dobbiamo, purtroppo, registrare l’assenza di un effettivo incremento della situazione occupazionale.

Bisogna programmare proficuamente, attuare azioni sinergiche qualificanti e non episodiche. In Calabria sono oltre 25.000 i soggetti con problemi uditivi e non è pensabile che chi può contribuire a cambiare le condizioni di una nutrita fetta di popolazione, non profonda ogni sforzo utile per modificare una situazione stagnante, pensando misure pragmatiche per un inserimento professionale e lavorativo. Si pone come necessario e prioritario un maggiore livello di concertazione con le associazioni di categoria volto a progettare e realizzare interventi che possano essere risolutivi e che tengano conto delle esigenze reali della categoria.

Una rete con il mondo dell’associazionismo e del volontariato, un tavolo di dialogo costruttivo e collaborativo che possa fungere da volano per favorire l’occupazione dei disabili, risultano essere più che mai necessari. Manca una reale mappatura, giusto per dare un esempio, delle disponibilità di posti nel settore pubblico e privato per l’opportuna verifica degli adempimenti normativi intesi come mantenimento dell’obbligo dei posti riservati all’interno delle attività produttive.

Molte cose devono ancora essere fatte e, nell’ottica della massima collaborazione con tutti gli attori coinvolti, la nostra vuole essere letta come una giusta evidenza delle principali difficoltà in cui vivono gli audiolesi e, vuole essere un concreto contributo che, a partire dalle reali esigenze della categoria che rappresentiamo, possa rappresentare un ulteriore avanzamento per la risoluzione dei problemi di vita che affliggono gli audiolesi.

Continua…comunicato stampa Ans

 

Dall’Associazione Nazionale Sordi – Catanzaro

COMUNICATO STAMPA REGIONE CALABRIA

Pubblicato da Associazione Nazionale Sordi Onlus su Lunedì 7 ottobre 2019

Newsletter