L’1 e il 2 film d’autore e successi per un cinema accessibile

0
748 Numero visite

E’ pensata in nome del cinema per tutti la rassegna «CinemAccessibile», che in occasione della Giornata europea della disabilità del 3 dicembre mette in cartellone per due giorni, l’1 e il 2, tre film adatti alla visione di non udenti e non vedenti.

daniele cavalla

db6744b8527cd807325d40240b3422f0-481--330x185--U10102350271830BFI-120x125-kx4B-U106023166537390YC-700x394@LaStampa_it
Jennifer Lawrence e Bradley Cooper in una scena della commedia «Il lato positivo» di David O.Russell

Gli appuntamenti sono in programma martedì 1 e mercoledì 2 dicembre, in Sala Tre al Massimo (via Verdi 18), con ingresso a 3 euro. Le proiezioni sono accompagnate da sottotitoli per i non udenti e da audio-descrizioni per i non vedenti, realizzate con software di sintesi vocale. A rendere accessibili i film sono stati gli studenti del Master in traduzione per il cinema, la televisione e l’editoria multimediale dell’Università di Torino. Il primo film della rassegna è «Dancer in the dark» del danese Lars von Trier («Le onde del destino»), martedì 1 dicembre alle 18. Vincitore della Palma d’oro per il miglior film al Festival di Cannes 2000, ha per protagonista una giovane madre immigrata negli Stati Uniti, impersonata dalla cantante islandese Bjork all’epoca all’esordio al cinema, che vuole salvare il figlio dalla cecità cui una malattia genetica lo condanna. Il cast comprende inoltre Catherine Deneuve, David Morse e Peter Stormare.

Presentano l’iniziativa Marisa Pavone, Mirko Montecchiani, Chiara Simonigh, Franco Lepore, Enrico Dolza, Sergio Scamuzzi. Mercoledì 2 dicembre alle 15 viene proiettato «Marianna Ucria» di Roberto Faenza, tratto dall’omonimo romanzo di Dacia Maraini. Nella Sicilia settecentesca, la sordomuta Marianna viene data in sposa a un cugino, ma grazie a un precettore impara la lingua dei segni e il rispetto di se stessa. Si avvia così verso la scoperta del segreto che le è stato nascosto e che l’ha resa incapace di parlare. Il cast: Philippe Noiret, Emmanuelle Laborit e Roberto Herlitzka.

Subito dopo c’è un dibattito moderato da Fabio Levi mentre alle 17,30 comincia il film «Il lato positivo» di David O. Russell con Bradley Cooper, Robert De Niro e Jennifer Lawrence tratto dal romanzo di Matthew Quick «L’orlo argenteo delle nuvole». Pat Solatano ha perso tutto: casa, lavoro, compagna. Dopo aver trascorso otto mesi in un istituto psichiatrico, si ritrova ad abitare nuovamente con i genitori. Pat, però, non ha perso il suo naturale ottimismo: è deciso a ricostruire la propria vita e a riconciliarsi con l’ex-moglie. Intanto, conosce Tiffany, una misteriosa ragazza che soffre a sua volta di problemi psichiatrici. Il film ha ottenuto 8 nomination all’Oscar e ha vinto la statuetta con Jennifer Lawrence miglior attrice.

http://www.lastampa.it/

 

Newsletter