PUBBLICITA

TORNA IN SCENA AL CARIGNANO, NELL’AMBITO DI “PRATO INGLESE”, SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE” DI WILLIAM SHAKESPEARE  PER LA REGIA DI VALERIO BINASCO

PUBBLICITA

Teatro Carignano, 16 giugno – 3 luglio 2022

Torna il consueto appuntamento estivo con Prato inglese, l’iniziativa del Teatro Stabile di Torino che propone ogni anno dei capolavori shakespeariani nella cornice del Teatro Carignano.

Per l’estate 2022, tornerà in scena Sogno di una notte di mezza estate, di William Shakespeare per l’adattamento e la regia di Valerio Binasco, che sarà programmato da giovedì 16 giugno alle ore 21.00 con un nuovo cast, composto da (in ordine alfabetico) Davide Antenucci, Luigi Bignone, Valerio Binasco, Fabrizio Costella, Giordana Faggiano, Denis Fasolo, Lorenzo Frediani, Paolo Giangrasso, Marta Malvestiti, Olivia Manescalchi, Nicola Pannelli, Cristina Parku, Greta Petronillo, Bruno Ricci, Letizia Russo, Michele Schiano di Cola, Valentina Spaletta Tavella.

Le scene e le luci sono di Nicolas Bovey, i costumi di Alessio Rosati, le musiche di Paolo Spaccamonti, la consulenza vocale di Carlo Pavese, l’assistente alla regia è Giulia Odetto.

Lo spettacolo verrà replicato al Teatro Carignano fino al 3 luglio 2022. Anche per questo spettacolo sono previste delle recite accessibili, dal 21 al 26 giugno 2022.

Con il Sogno di una notte di mezza estate, Valerio Binasco, dopo il più recente Amleto, si immerge in un piccolo dramma che – come ha scritto Croce – «sembra nato da un sorriso, tanto è delicato, sottile, aereo», ma che affronta con perizia l’amore, con le sue zone buie e le sue armonie conquistate faticosamente. Un tema, quello dell’amore, che Binasco ha saputo declinare attraverso autori e testi diversi, ma con un’originalità e un’intensità apprezzati da critica e pubblico.

La notte di mezza estate è quella del solstizio ed è una festa che risale ad antiche credenze pagane, tipiche dei Paesi nordici: è una notte magica, la più breve dell’anno, in cui un tripudio di luci e falò illumina campi e terreni, ed è lo spunto per una tra le commedie più famose di Shakespeare, che racconta tre storie d’amore che si incrociano fra loro.

In una felice miscela si uniscono il mondo classico e quello nordico fiabesco, le allegorie rinascimentali, i romanzi cavallereschi, la tradizione greco-latina: la commedia degli equivoci con gli amori incrociati di Ermia e Lisandro, Demetrio ed Elena, il bosco fatato di Oberon e Titania (che rievocano nei loro litigi quelli di Giove e Giunone), la malizia del folletto Puck (che reputa folli gli uomini e non fa altro che far innamorare le coppie sbagliate coi filtri del suo signore), la recita degli attori-artigiani che rappresentano l’opera nell’opera (il dramma di Piramo e Tisbe), infine il matrimonio mitologico di Teseo e Ippolita. Un complicato intreccio che la cifra registica di Binasco, con i suoi echi cinematografici e la capacità di isolare ed evidenziare i nodi narrativi delle opere, sarà in grado di valorizzare al meglio.

Valerio Binasco è dal 2018 il Direttore artistico del Teatro Stabile di Torino. Le sue scelte registiche si sono spesso orientate verso il teatro contemporaneo, con lavori da Pinter, Fosse, Paravidino, McPherson, che si sono alternati ai grandi classici. Ha vinto cinque premi Ubu e due Premi dell’Associazione Nazionale dei Critici di Teatro, due premi Le Maschere del Teatro Italiano. Nella sua carriera è stato diretto dai più importanti registi italiani (Martone, Comencini, Giordana, Ozpetek); nel 2016 è stato nominato per il David di Donatello come miglior attore non protagonista per il film Alaska di Claudio Cupellini. Tra le sue regie più recenti e applaudite al Teatro Stabile di Torino: Amleto, Arlecchino servitore di due padroni, Rumori fuori scena (47° Premio Internazionale Flaiano per la regia teatrale), Il piacere dell’onestà, Le sedie.

Binasco dirigerà la Scuola per Attori del Teatro Stabile di Torino per il triennio 2021 – 2024.

Accessibilità. Sei delle repliche in programma di Sogno di una notte di mezza estate, quelle dal 21 al 26 giugno 2022, saranno accessibili: si potrà assistere allo spettacolo con il supporto di soprattitoli in italiano e italiano semplificato con descrizione dei suoni, attraverso l’uso di smart-glasses, tablet o smartphone, in base alle esigenze dello spettatore. Sono inoltre disponibili sul sito internet del TST (predisposto per la lettura da parte di applicazioni screen reader) e sulla APP del TST, materiali di supporto realizzati ad hoc per la produzione: video di approfondimento con audio, sottotitoli e LIS e scheda semplificata di presentazione dello spettacolo.

Un ulteriore passo in avanti verso la resa accessibile for all prevede la trasmissione in sala dell’audiointroduzione ad inizio spettacolo e l’organizzazione di un tour descrittivo e tattile sul palcoscenico, con partecipazione gratuita fino esaurimento dei posti disponibili, previa prenotazione a accessibilita@teatrostabiletorino.it – 0115169460.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del bando SWITCH_Strategie e strumenti per la digital transformation nella cultura, sostenuto dalla Fondazione Compagnia di San Paolo, che ha consentito al Teatro Stabile di Torino di avviare un articolato processo di trasformazione digitale garantendo, grazie all’adozione di tecnologie innovative, una maggiore accessibilità della propria offerta culturale. Il progetto è stato sviluppato in collaborazione col partner tecnologico Panthea e la onlus +Cultura Accessibile.

Per l’utilizzo gratuito dei dispositivi per l’accessibilità (smart-glasses, tablet o smartphone) è necessaria la prenotazione dei biglietti, che potrà essere effettuata contattando la biglietteria.

CS_Sogno di una notte di mezza estate_Prato Inglese

Per maggiori informazioni: www.teatrostabiletorino.it/accessibilitaaccessibilita@teatrostabiletorino.it – 0115169460.

TEATRO CARIGNANO

16 giugno – 3 luglio 2022

PRATO INGLESE. Sere d’estate al Teatro Carignano

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

di William Shakespeare

regia e adattamento Valerio Binasco

con (in ordine alfabetico): Davide Antenucci, Luigi Bignone, Valerio Binasco, Fabrizio Costella, Giordana Faggiano, Denis Fasolo, Lorenzo Frediani, Paolo Giangrasso, Marta Malvestiti, Olivia Manescalchi, Nicola Pannelli, Cristina Parku, Greta Petronillo, Bruno Ricci, Letizia Russo, Michele Schiano di Cola, Valentina Spaletta Tavella

scene e luci Nicolas Bovey

costumi Alessio Rosati

musiche Paolo Spaccamonti

consulenza vocale Carlo Pavese

assistente alla regia Giulia Odetto

Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale

 

Distribuzione personaggi e interpreti

La Corte

Teseo, Duca di Atene, Valerio Binasco

Ippolita, Regina delle Amazzoni, Olivia Manescalchi

Filostrato, Maestro di cerimonie, Luigi Bignone

Egeo, un Nobile, Paolo Giangrasso

Gli amanti

Ermia, figlia di Egeo, innamorata di Lisandro, Giordana Faggiano

Lisandro, amato da Ermia, Fabrizio Costella

Demetrio, aspirante alla mano di Ermia, Lorenzo Frediani

Elena, innamorata di Demetrio, Marta Malvestiti

 

Le fate

Oberon, Re delle Fate, Valerio Binasco

Titania, Regina delle Fate, Olivia Manescalchi

Puck, Luigi Bignone

Ragnatela, Letizia Russo

Fiordipisello, Valentina Spaletta Tavella

Senape, Greta Petronillo

Brugola, Cristina Parku

Gli operai

Quincey, Nicola Pannelli

Bottom, Denis Fasolo

Snug, Bruno Ricci

Dalindalò, Davide Antenucci

Snout, Paolo Giangrasso

Peracottino, Michele Schiano di Cola

 

BIGLIETTERIA DEL TEATRO STABILE DI TORINO

Telefono 011 5169555 / Numero verde 800 235 333

Teatro Carignano, Piazza Carignano 6 – Torino

Dal martedì al sabato dalle 13.00 alle 19.00; domenica dalle 14.00 alle 19.00; lunedì riposo.

 

Vendita on-line: www.teatrostabiletorino.it

Teatro: Carignano, piazza Carignano 6, Torino

Orari degli spettacoli dal 16 giugno al 3 luglio 2022: dal martedì alla domenica ore 21.00

Prezzo dei biglietti: Intero € 10,00 – Ridotto € 5,00 (under 25)

Le persone con disabilità hanno diritto al biglietto ridotto e, in caso di necessità, l’eventuale accompagnatore ha diritto all’ingresso omaggio.

L’acquisto dei biglietti in prevendita prevede un costo di € 1 a biglietto

Sulla base di quanto previsto dalle disposizioni di legge, si ricorda che per accedere ai nostri teatri è necessario indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2.

 

 

Notizia