Sanremo 2020, Amadeus e il suo festival tra palco e città

0
339 Numero visite

Ready, Steady, Go! È il giorno della consueta conferenza stampa sanremese di inizio anno, che accende ufficialmente i riflettori sulla settantesima edizione del Festival. I motori, che finora hanno lavorato a luci spente, escono allo scoperto e la squadra (o almeno una parte di essa) si palesa al Teatro del Casinò di Sanremo.

Ufficio stampa RAI – Foto Twitter

Al fianco della dirigenza Rai e delle autorità, spicca il direttore artistico e conduttore Amadeus con cinque delle donne che saranno con lui all’Ariston: Antonella Clerici, Diletta Leotta, Emma D’Aquino, Laura Chimenti e Francesca Sofia Novello. E questa è già la prima rivelazione della giornata.

A introdurre le novità 2020 è Antonio Marano, Presidente di Rai Pubblicità: “C’è una nuova idea di Festival, tra palco è città: volevamo allargare questa visione per uscire dall’Ariston e coinvolgere tutte le location e Amadeus è stato il più entusiasta di tutti fin dall’inizio.

Non si tratta più solo delle cinque serate musicali ma dell’evento del festival: abbiamo lavorato sull’urbanizzazione artistica del Festival di Sanremo. Vestiamo così un evento sociale.” Questi i presupposti di un’edizione a cifra tonda.

Amadeus: “Vorrei fosse un grande Festival”

Ovviamente l’attenzione è per le parole di Amadeus, protagonista della prima clip di cui in tv già da settimane. “Ancora non mi sembra strano”, esordisce a commento del video e ricorda la prima telefonata dalla Rai: “Quando il 2 agosto l’azienda mi ha chiamato, è stata una grandissima emozione. Sono tranquillo, perché è il sogno di chi fa questo mestiere che si realizza. Nello spot si vide la verità perché il festival per me è famiglia ed è un evento che con orgoglio abbiamo solo noi italiani.

Diventato direttore artistico, il primo mio pensiero è stato fare un festival che potesse stupire e fosse imprevedibile. Volevo farlo come lo sentivo io, mai adagiandomi sulle edizioni precedenti. – continua – L’intera città deve vivere e pulsare nelle cinque giornate e questo è quello che accadrà, dentro e fuori l’Ariston. Non credo sia mai successo, ma ci sarà un’uscita da parte mia, per accogliere i cantanti o accompagnarli fuori verso piazza Colombo.”

Perché Sanremo non è mio, è di tutti. Non volevo guardare solo al passato: vorrei un Sanremo con un occhio al passato e alla sua storia, ma che guarda soprattutto al presente e al futuro.

L’idea di fare una cosa mai vista è partita già dalla presentazione dei Big in prima serata il 6 gennaio, con gli stessi artisti che sono stati disponibilissimi. Quando li ho chiamati personalmente e li ho invitati, erano tutti entusiasti.”

Tutte le donne del festival e le presenze fisse

Quando Amadeus ha iniziato a pensare alle donne con lui sul palco si è chiesto: “Perché solo due? La presenza femminile è importante, ci sono tante donne che raccontano tante storie e ruoli. Così, ho pensato e invitato amiche e persone che stimo o semplicemente mi incuriosiscono.”

Oltre alle presenti in conferenza, Amadeus ha annunciato anche la presenza della giornalista Rula Jebreal , Sabrina SalernoAlketa VejsiuMonica Bellucci (probabilmente per la serata del mercoledì), GeorginaRodriguez (compagna di Cristiano Ronaldo probabilmente al giovedì) mentre per la finale a scendere le scale sarà Mara Venier.

Non ho mai pensato di agevolare l’uno o l’altro cantante, sono andato sulle canzoni. Sono orgoglioso dei 24 che porterò all’Ariston: ho pensato all’attualità e ai brani che la mattina dopo potessero suonare in radio e su tutte le piattaforme.

Spazio, quindi, ai volti maschili che Amadeus ha così raccontato: “Le prime persone a cui ho pensato sono stati gli amici: Fiorello è stato il primo che mi ha chiamato per farmi l’in bocca al lupo e ci siamo ricordati della promessa di trent’anni fa. Sapere di avere lui, un fratello, è importante e non so cosa farà ma amo l’imprevedibilità.

E la stessa cosa vale per Tiziano Ferro, che volevo come ospite ma nella mia testa lo volevo ogni sera. Pensavo fosse impossibile ma ha accettato subito con grande entusiasmo. Sono fan da sempre di Roberto Benigni, che mi ha chiamato con ogni nomignolo! Lui è il top e averlo in una sera di Sanremo è il massimo. Sono sicuro che farà qualcosa di indimenticabile.”

Gli ospiti delle serate

Questa la scaletta annunciata con le varie presenze:

  • Prima Serata: Diletta Leotta, Rula Jebreal, Tiziano Ferro, Fiorello, Salmo e il cast de Gli anni più belli ( Pirefrancesco Favino, Kim Rossi Stuart, Claudia Santamaria, Emma Marrone)
  • Seconda Serata: Emma D’Aquini, Laura Chimenti, Sabrina Salerno, Monica Bellucci, Fiorello, Tiziano Ferro e forse un grande ritorno
  • Terza Serata: Georgina Rodriguez, Alketa Vejsiu, Tiziano Ferro che canterà con Massimo Ranieri, Fiorello, Mika, Roberto Benigni
  • Quarta Serata: Antonella Clerici, Francesca Sofia Novello, Fiorello, Tiziano Ferro, Dua LipaJohnny Dorelli
  • Quinta Serata: Mara Venier, Diletta Leotta, Sabrina Salerno, Francesca Sofia Novello, Tiziano Ferro, Fiorello e il cast del film Popcorn. Trattative in corso per Zucchero Ultimo (contattato personalmente da Amadeus per la finale).

Tornano, infine, gli appuntamenti pre e post festival, con il Prima Festival condotto da Ema Stokholma con Gigi e Ross e L’Altro Festival con Nicola Savino in onda su RaiPlay. Tra le presenze fisse Myss Keta e Iva Zanicchi con una resident band.

Foto Kikapress

https://www.revenews.it/

Newsletter