Giubileo a Roma, un vero inferno per i disabili

0
872 Numero visite

Impietosi i dati dello studio ‘Percorrere ed attraversare a Roma: non è per tutti’ della fondazione Filippo Caracciolo e di Aci. Tra le criticità: mezzi pubblici che “compromettono il diritto alla mobilità”

BARRIERE-ARCHITETTONICHE-DISABILI-190715-700x454
Il Giubileo sembra essere sfavorevole anche ai disabili (foto di archivio)

Un vero inferno per i disabili. È anche questo il Giubileo della Misericordia che si concluderà il prossimo 20 novembre 2016. Impietosi i dati dello studio Percorrere ed attraversare a Roma: non è per tutti della fondazione Filippo Caracciolo e di Aci (Automobile Club d’Italia).

“La fondazione realizzerà un manuale per muoversi in autonomia e sicurezza”

“Autobus non idonei”. Percorsi e attraversamenti pedonali sono “appena sufficienti”, “non sono sicuri” e per i disabili “gli standard di accessibilità sono insoddisfacenti”. I mezzi pubblici poi “compromettono il diritto alla mobilità”: il 26 per cento degli autobus non è idoneo, solo il 39 per cento delle stazioni della Metro A è accessibile ai portatori di handicap. Proprio Aci annuncia che lo studio “è il primo passo per un progetto più ampio” per “favorire la realizzazione di un manuale di progettazione di itinerari pedonali urbani che consenta a tutti di muoversi in autonomia e sicurezza”.

Esaminate 17 tratte pedonali e 14 attraversamenti tra la stazione Termini e Santa Maria Maggiore

Cammino Mariano. Lo studio Percorrere ed attraversare a Roma: non è per tutti ha esaminato 17 tratte pedonali e 14 attraversamenti tra la stazione Termini e la Basilica di Santa Maria Maggiore, partenza del Cammino Mariano ‎per i pellegrini. Il migliore è su via Gioberti tra via Amendola e via Principe Amedeo; il peggiore, sempre su via Gioberti, da Piazza S. Maria Maggiore a via Principe Amedeo.

http://www.romapost.it

Newsletter