Emergenze, pronto soccorso, infopoint e App dedicate: ecco tuttii contatti

0
834 Numero visite

È una vera e propria rete – reale e virtuale – di sostegno ai pellegrini quella messa in atto per il Giubileo, concepita per rispondere prontamente in caso di emergenze ma anche semplicemente per accompagnare fedeli e visitatori, e perfino romani, nel periodo dell’Anno Santo.

1398514_20151207_controlli
Si comincia dai numeri utili per ogni evenienza. Il numero unico per le emergenze è il 112. Il numero dei vigili del fuoco è il 115, per l’emergenza sanitaria è il 118. I pronto soccorso più vicini alle aree giubilari sono quelli del Policlinico Umberto I, in viale del Policlinico, del San Giovanni Addolorata, in via Amba Aradam, il Fatebenefratelli in via Ponte Quattro Capi, il Santo Spirito in lungotevere in Sassia, il San Camillo in via Portuense e il Gemelli, in largo Agostino Gemelli. Pronto soccorso pediatrico al Bambino Gesù, in piazza Sant’Onofrio. Centri antiveleni sono al policlinico Gemelli e all’Istituto di Anestesiologia e Rianimazione della Sapienza, in viale del Policlinico.

Per contattare il Campidoglio è sufficiente comporre lo 060606, per i vigili urbani invece lo 0667691. Non solo informazioni, ma anche trasporti. Per chiamare il taxi più vicino al luogo in cui ci si trova, bisogna chiamare il numero unico 060609. Anas per richieste di informazioni e segnalazioni sulla rete stradale mette a disposizione il numero unico 841-148, attivo dalle 8 alle 20 tutti i giorni e anche dalle 20 alle 8 ma con segreteria. A questi occorre aggiungere le linee “giubilari”. Gepin Contact Spa firma il Contact Center unificato dedicato al Giubileo Straordinario, offrendo ai pellegrini un numero verde di assistenza attivo 24 ore su 24, disponibile in 20 lingue, utilizzabile pure tramite social network e WhatsApp: 800228333 per chiamate dall’Italia, +390661416555 dall’estero. Il call center è affiancato dal sito www.giubileohelpdesk.com dedicato alle informazioni sull’evento.

Lo smartphone, grazie alla App Iubitinera, fa da guida ai pellegrini per i percorsi giubilari nella Capitale. La App Gsb-Giubileo senza barriere è invece un riferimento per l’accessibilità per persone disabili alle differenti strutture della Capitale. L’Anno Santo viene raccontato, anche nei suoi servizi, tramite il radiogiornale InfoGiubileo dedicato agli aspetti “pratici” della celebrazione, a partire dai trasporti: da lunedì a sabato, sei notiziari giornalieri sono trasmessi da Radio Vaticana, Roma Radio, FsNews radio, circuito Luceverde Aci e, nelle stazioni metro, circuito Telesia.

Non solo “ciceroni” virtuali. Numerosi gli infopoint. Sono quattordici quelli dell’Opera Romana Pellegrinaggi, a partire, ovviamente, dall’area intorno a San Pietro: due postazioni sono in piazza Pio XII 9 e 11, una in largo del Colonnato, una in via della Conciliazione 4 all’altezza dell’Auditorium. In via della Conciliazione, al civico 7, anche il Centro Accoglienza Pellegrini. Infopoint Orp sono in via dei Cestari 21, alla basilica di San Giovanni in Laterano, al Complesso Lateranense e al Carcere Mamertino al Clivo Argentario 1. Non mancano le “porte” di accesso alla Capitale: infopoint si trovano e alle stazioni Termini e Tiburtina, all’aeroporto di Ciampino e ben tre sono le postazioni all’aeroporto di Fiumicino. Nei Punti Informazione Turistica è previsto un assistente virtuale per non udenti. Arrivati in città, occorre attraversare la Porta Santa. Per la prima volta nella storia della Chiesa e del Giubileo, l’indulgenza plenaria si potrà ottenere anche nelle singole diocesi. Chi, però, desiderasse recarsi a San Pietro, deve prenotare il proprio turno.

Per facilitare una gestione che si annuncia monumentale, infatti, è stata prevista una registrazione gratuita obbligatoria sul sito ufficiale del Giubileo realizzato dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, www.im.va . La registrazione non occorre nelle altre basiliche papali: Santa Maria Maggiore, San Lorenzo fuori le mura, San Giovanni in Laterano.
Ad agevolare e semplificare la visita della città, arriva l’Omnia Kit, che riunisce Omnia Card, che consente di usufruire di alcuni servizi messi a disposizione dal Vaticano, e Roma Pass. Il costo della card varia a seconda della durata per 72 ore è di 108 euro – 75,00 ridotto per i bambini dai 6 ai 9 anni – per 24 ore è 50 euro, ridotto 40. Tra i servizi offerti, audioguida per la Basilica di San Pietro, biglietti per musei Vaticani e Cappella Sistina, oltre all’accesso libero ai bus Roma Cristiana. L’Omnia Card, grazie a un accordo con Banca Intesa Sanpaolo, può diventare la prepagata Omnia Flash, che consente di entrare senza fila nei luoghi di interesse della cristianità, regalando sconti o ingressi gratuiti alla maggior parte dei musei della città. Intensificati i servizi offerti dalle filiali lungo i cammini giubilari, con l’apertura di presidi straordinari nelle zone più frequentate. Ai pellegrini sono rivolti i quattro percorsi giubilari, concepiti da Comune e Santa Sede: il cammino della via Papale, che da San Giovanni in Laterano arriva a San Pietro, passando per Colosseo e Fori Imperiali; quello della Misericordia, va da San Giovanni a San Pietro, passando per piazza Navona,; quello mariano, parte da Santa Maria Maggiore, e, infine, quello del Pellegrino, da San Giovanni arriva a San Pietro, attraverso San Carlo ai Catinari. First Aid Pass permette l’accreditamento per 90 giorni al Servizio Sanitario Nazionale. Non poteva mancare un numero per disservizi e truffe. Il Codacons ha istituito lo Sportello del Pellegrino, vicino a piazza Risorgimento, per dare assistenza in tempo reale a più persone.

http://www.ilmessaggero.it

Newsletter