Dall’accoglienza ai social, ecco le istruzioni per l’uso del pellegrino della Misericordia

0
761 Numero visite

Vademecum per i pellegrini che si metteranno in cammino per arrivare in Vaticano alla Porta santa durante il Giubileo dedicato alla Misericordia.

Hotel-Roma-citta-del-vaticano

ACCOGLIENZA – Dal 1 dicembre a via della Conciliazione n.7 è aperto il Centro di Accoglienza dei Pellegrini. È uno spazio dove poter ricevere le informazioni su tutto il programma giubilare, per poter registrarsi per il percorso alla Porta Santa, per ritirare i biglietti per le diverse celebrazioni in cui è richiesto il biglietto gratuito di accesso, per ritirare il testimonium della partecipazione al Giubileo.

“Incaricato di attestare la presenza al Giubileo, come pure del percorso fatto a piedi, è solo il Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione attraverso il Centro di Accoglienza. Ogni altro attestato emesso da altre realtà non è da considerarsi autentico”, ha spiegato monsignor Rino Fisichella, a capo della macchina organizzativa del Giubileo. Il Centro sarà aperto tutti i giorni dalle 7,30 alle 18,30 compresi il sabato e la domenica.

VOLONTARI – Prestano servizio di accoglienza e assistenza a tutti i pellegrini in particolare a via della Conciliazione e in Piazza san Pietro, nelle altre basiliche e presso le chiese giubilari. Ogni giorno ci saranno circa 100 volontari a servizio dell’Anno santo. “Un numero che ovviamente è destinato a diventare di 800-1000 nell’occasione dei grandi eventi”, ha spiegato Fisichella.

SUSSIDI – La Collana dei Sussidi del dicastero di Fisichella servirà per vivere l’Anno giubilare in maniera coerente. Segno concreto di un’attenzione all’evento ma anche di una disponibilità a viverlo in forma più spirituale, è pronta in 10 lingue tra cui l’ucraino e il coreano di prossima pubblicazione.

PROIEZIONI SUL CUPOLONE – La sera dell’8 dicembre, in Piazza san Pietro, ci sarà con una suggestiva rappresentazione dal titolo ‘Fiat lux: Illuminating Our Common Home. Si tratta di una proiezione di fotografie sulla facciata e sulla cupola di san Pietro, tratte dal repertorio di alcuni grandi fotografi del mondo, che presentano immagini ispirate alla misericordia, all’umanità, al mondo naturale e ai cambiamenti climatici. L’ evento, ispirato all’ultima Enciclica di Papa Francesco Laudato si’, vuole proporre la bellezza del creato, anche in occasione della Ventunesima Conferenza sul Clima delle Nazioni Unite. Lo spettacolo avrà inizio alle 19.

ASSISTENZA SANITARIA AI PELLEGRINI – Nelle quattro Basiliche meta del pellegrinaggio sarà attivo un Pronto Soccorso. Con il contributo della Fondazione Onlus ‘Giorgio Castelli’, ogni centro sarà anche attrezzato con un defibrillatore. L’assistenza medica e infermieristica è stata assunta dall’Ordine di Malta che con la sua competenza potrà garantire la gestione del Pronto Soccorso. Impegnate anche le strutture della Sanità sotto la responsabilità della Regione Lazio che ha predisposto un piano strutturato per tutta la città, e che garantisce tra l’altro una postazione permanente di un Posto Medico Avanzato presso Castel Sant’Angelo oltre che il nuovo Pronto Soccorso di Santo Spirito inaugurato nelle scorse settimane.

ANNO SANTO PER I DISABILI – Sono stati predisposti diversi strumenti di comunicazione per i sordi e per i ciechi, in particolare per i primi dei video-tutorial con la lingua dei segni italiana e internazionale (Lis); per i ciechi dei file-audio scaricabili dal sito www.im.va che illustrino i percorsi, pellegrinaggi alla Porta Santa. Inoltre, nella Basilica di San Pietro e in altre Chiese, sono stati allestiti dei confessionali senza barriere architettoniche ed altre attenzioni per consentire ai sordi la confessione in modo più facilitato. Predisposto un libro tattile in A3 che permetta ai ciechi di essere guidati per il Pellegrinaggio alla Porta Santa di San Pietro.

GIUBILEO SOCIAL – L’Anno Santo della Misericordia è il primo dell’era di internet e dei social media. Il sito ufficiale del Giubileo è www.im.va. tradotto in sette lingue, consentirà di poter seguire i grandi eventi che si svolgeranno a Roma anche a coloro che non potranno essere presenti fisicamente. Per registrarsi per il passaggio della Porta Santa, così come per diventare volontari, sarà necessario iscriversi nelle apposite sezioni presenti sul sito. C’è anche il portale ‘vatimecum’, promosso dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, attraverso il quale i pellegrini potranno avere dei servizi, inerenti al vitto e all’alloggio a Roma, a prezzi calmierati e molte altre informazioni per vivere il Giubileo. “Attenzione a non attentare alla dignità delle persone con le ruberie”, è il messaggio lanciato da monsignor Rino Fisichella che ha messo in guardia sugli utilizzatori del logo del Giubileo non autorizzati: “Saranno perseguiti legalmente”, ha detto.

INIZIATIVE PARALLELE – Un Anno Santo per mettere al centro la misericordia. Sono già molte le iniziative che, all’interno della Chiesa e non solo, stanno cercando di riflettere su questo tema. Tra queste, quella del Censis ‘Misericordia 2016, Le Periferie al Centro’ che si occuperà di promuovere un programma sul tema della misericordia, “per cercare di capire che cosa voglia dire oggi, nella società, nell’economia e nell’accoglienza dell’altro, essere misericordiosi, farsi carico delle difficoltà altrui, riportando al centro ciò che il mondo contemporaneo emargina e spinge in periferia”, ha spiegato Fisichella

http://www.adnkronos.com

Newsletter