InVisibili a Casa Corriere. E l’Expo fa progressi

0
806 Numero visite

Work in progress è stata la parola d’ordine dell’incontro che si è tenuto oggi, 17 luglio, davanti a Casa Corriere all’Expo di Milano.

Lavori in corso sia per l’opera di “accessibilizzazione” del sito espositivo sia per l’impegno del blog InVisibili nella diffusione di una cultura dell’inclusione. Ma partiamo dalla pura cronaca dell’evento che ha visto la famiglia di InVisibili (quasi al completo con Marco Piazza a Roma e Antonio Giuseppe Malafarina in video) raccontarsi e descrivere l’evoluzione della disabilità da quando è nato il blog a oggi.

20150717_1658011-640x480

E forse il punto focale è stato toccato da Luigi Ripamonti, responsabile di Corriere Salute, che con un piglio leggero, ma profondo, ha spiegato come le persone con disabilità rappresentino “per la società lo specchio in cui riflettersi per capire i propri limiti. Limiti che possono essere travalicati con un mix d’intelligenza, solidarietà e buona volontà. Ciascuno di noi – prosegue Ripamonti – è portatore “sano” di disabilità”. E questa consapevolezza si può declinare in forme di aiuto reciproco.

Luigi Ripamonti e Simonetta Morelli

E, come da nostra tradizione, Invisibili si è trasformato in portatore “sano” di cultura, tanto che all’incontro erano invitati i responsabili dell’organizzazione di Expo per la disabilità che, dopo la “denuncia” di questo blog, hanno messo mano a soluzioni concrete a favore di una più facile fruizione dei servizi. “Nei prossimi giorni – dice Fosca Nomis, disability manager di Expo – saranno inaugurati alcuni parcheggi dedicati alle persone con disabilità più adiacenti al sito. Poi stiamo lavorando, e siamo quasi in dirittura d’arrivo, per installare negli infopoint e in biglietteria delle stazioni di video chat per far da “traduttori” per le persone sorde”. Chiosa poi Gabriele Favagrossa di Ledha: “Infine si sta raggiungendo un accordo per permettere a interpreti in Lis di accedere come guide a Expo e offrire il servizio a chi ne fa richiesta”. A breve verificheremo

http://invisibili.corriere.it

Newsletter