PUBBLICITA

LUCCA — I volontari della Croce Rossa di Lucca sempre più formati e inclusivi: dalla prossima settimana, nella sede dell’associazione in Piazzale Don Baroni, per i volontari avrà infatti inizio il progetto Lis dedicato al mondo della sordità.

PUBBLICITA

Il progetto, articolato in 5 incontri, vuole proporre una serie di lezioni informative in cui si potranno apprendere le basi della lingua italiana dei segni e dei comportamenti appropriati da tenere con una persona sorda in situazioni di emergenza-urgenza.

 

 

I volontari potranno imparare così a comunicare con una lingua a tutti gli effetti diversa da quella verbale e ufficialmente riconosciuta anche in Italia, conoscere le barriere della comunicazione e la cultura dei sordi, compresi gli atteggiamenti più adatti da usare in specifiche situazioni. Il corso, che inizia il 23 Febbraio, sarà reso possibile grazie alla volontaria Alice Sensi e all’Ente Nazionale Sordi della sezione di Lucca.

 

“La conoscenza e l’uso della Lis – spiega il presidente della Croce Rossa, Fabio Bocca – permette una comunicazione e un’integrazione nella nostra comunità anche a persone che hanno il limite di non sentire. Nel caso della Croce Rossa, la conoscenza di alcuni segni basilari della Lis, può essere di aiuto in svariate situazioni della nostra quotidianità e ancor di più in situazioni di emergenza sanitaria, ma anche in caso di protezione civile, in particolar modo in situazioni di emergenza dove comunicare diventa una grandissima barriera. Solo il saper chiedere nome e cognome, conoscere la dattilologia, in alcuni casi permette di poter rendere servizi necessari e vitali e contemporaneamente agevola l’inclusione e la solidarietà”.

 

Notizia