Domenica a Torino in Piazza San Carlo per “Io non rischio”

0
2.238 Numero visite

Piazza-San-Carlo-10Il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio domenica 18 ottobre alle ore 9.30 sarà a Torino in piazza San Carlo insieme ai volontari della Croce Verde Torino per la campagna nazionale per le buone pratiche di protezione civile “Io non rischio”.

 

Il volontariato di Protezione Civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica per il quinto anno consecutivo collaborano insieme nella campagna di comunicazione nazionale sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Il weekend del 17 e 18 ottobre più di 4.000 volontari e volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi “Io non rischio” in circa 430 piazze distribuite su tutto il territorio nazionale per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.

In Piemonte i volontari Anpas saranno impegnati a fornire informazioni sul rischio alluvione. Appuntamento il 17 e l8 ottobre a partire dalle ore 9 a Torino in piazza San Carlo e in piazza Vittorio, a Saluzzo in corso Italia, a Ovada in piazza Assunta. La Pubbliche Assistenze coinvolte sono rispettivamente la Croce Verde Torino, la Croce Verde Saluzzo e la Croce Verde Ovadese.

Protagonisti della campagna “Io non rischio” sono le volontarie e i volontari che incontreranno la cittadinanza per consegnare materiale informativo e rispondere alle domande su cosa ciascuno di noi può fare per ridurre il rischio alluvione.

“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica. L’edizione 2015 coinvolge volontari e volontarie appartenenti alle sezioni locali di 25 organizzazioni nazionali di volontariato di protezione civile, nonché a gruppi comunali e associazioni locali.

L’Anpas (Associazione nazionale pubbliche assistenze) Comitato Regionale Piemonte rappresenta oggi 78 associazioni di volontariato con 8 sezioni distaccate, 9.234 volontari (di cui 3.243 donne), 6.352 soci, 373 dipendenti, di cui 55 amministrativi che, con 383 autoambulanze, 146 automezzi per il trasporto disabili, 222 automezzi per il trasporto persone e di protezione civile, 5 imbarcazioni e 17 unità cinofile, svolgono annualmente 411.830 servizi con una percorrenza complessiva di quasi 13,5 milioni di chilometri.

 

Le fotografie in buona risoluzione delle passate edizioni sono disponibili al seguente link:

https://www.flickr.com/photos/anpas-piemonte/albums/72157636147136904

Grugliasco (To), 16 ottobre 2015

Luciana Salato Ufficio Stampa Anpas – Comitato Regionale Piemonte Fax 011-4114599 email: ufficiostampa@anpas.piemonte.it

 

Newsletter