Banco per l’infanzia: consegnati a 112 enti in tutta Italia i prodotti raccolti

0
999 Numero visite

Ha avuto successo la prima edizione dell’iniziativa promossa da Fondazione “aiutare i bambini”: raccolti beni di prima necessità come pannolini, biberon, vestiti per un valore complessivo di 61.000 euro 

Luglio 2014. Sono 112 gli enti, distribuiti su tutto il territorio nazionale, che hanno ricevuto i prodotti raccolti durante la prima edizione del “Banco per l’infanzia”, promosso dalla Fondazione “aiutare i bambini” per dare un aiuto concreto a tante famiglie italiane in difficoltà, che faticano a far fronte alle spese quotidiane per i propri bambini. Pannolini, biberon, copertine, vestiti e tanti altri beni per un valore complessivo di 61.000 euro, acquistati e donati dai clienti Prénatal durante i due giorni dell’iniziativa (17 e 18 maggio), sono stati consegnati dai volontari di “aiutare i bambini” a 88 asili nido e spazi gioco, 4 case di accoglienza e 20 tra centri di aiuto alla vita e associazioni. I prodotti sono stati consegnati ad enti localizzati nella stessa città, provincia o regione del negozio dove sono stati raccolti: una logica di prossimità territoriale che i clienti Prénatal hanno particolarmente apprezzato.

BancoInfanzia_2014_volontario

L’iniziativa ha rappresentato un aiuto prezioso per tante realtà impegnate ad accogliere e accudire i bambini, in particolare quelli in condizione di fragilità sociale, e a sostenere le loro famiglie. Racconta ad esempio Mauro di Carlo, Presidente dell’asilo nido “Wuascaranza Baby” de L’Aquila che ha ricevuto i prodotti donati dai clienti Prénatal di Avezzano (L’Aquila) e Teramo: “Il 20 maggio, alla presenza di tutti i soci della Cooperativa, abbiamo aperto i pacchi donati: la maggioranza dei prodotti sono pannolini e creme detergenti, di cui avevamo grande bisogno! In questo momento in cui vediamo tante famiglie in difficoltà a causa del sisma del 2009 e della continua perdita di posti di lavoro, questi beni di consumo aiuteranno tante famiglie aquilane”. Gli fa eco Gioia Cesarini Passarelli, dalla Casa Circondariale di Rebibbia Femminile a Roma, prodotti donati dai clienti di Tivoli (Roma): “Desideriamo ringraziare per averci coinvolto in questa importante iniziativa, che ci ha consentito di raccogliere prodotti che saranno da noi consegnati a nome della Fondazione ai bambini della Sezione Nido della Casa Circondariale di Rebibbia Femminile”. Patrizia Rinaldi del Centro di aiuto alla vita di Padova si unisce ai ringraziamenti, per i prodotti donati dai clienti di Torri di Quartesolo (Vicenza): “Ringraziamo molto sentitamente per l’impegno della Fondazione nei confronti della nostra associazione. La raccolta è stata molto fruttuosa, ora il nostro Centro può disporre di vario materiale per bambini in stato di necessità”.

Molti degli enti beneficiari sono asili nido e spazi gioco che la Fondazione “aiutare i bambini” ha sostenuto negli anni attraverso il progetto “Un nido per ogni bambino”, che ha l’obiettivo di aumentare il numero di posti al nido nel nostro Paese (ancora troppo pochi rispetto agli standard europei) e di permettere di usufruire di questi servizi anche alle famiglie più deboli, che ne hanno grande bisogno (si pensi ad esempio alla condizione difficile di tante mamme sole, che devono lavorare per mantenere se stesse e il proprio bambino e non sanno a chi lasciarlo).

Anche la Fondazione “aiutare i bambini”, che ha mobilitato 500 volontari in tutta Italia, esprime soddisfazione per i risultati del “Banco per l’infanzia”, ideato sulla scia di analoghe esperienze nel settore alimentare e farmaceutico. “I clienti dei negozi Prénatal coinvolti – ha dichiarato Goffredo Modena, Presidente di “aiutare i bambini”hanno risposto molto positivamente al nostro invito: quasi tutti hanno scelto di donare prodotti, in base alle loro possibilità. Un segnale che mostra come, nonostante la crisi, la solidarietà tra famiglie è forte e che c’è il desiderio di aiutare chi – vicino a noi – sta vivendo, magari temporaneamente, un periodo di difficoltà”.

Fondamentale per la riuscita dell’iniziativa è stata la collaborazione di Prénatal, che oltre a mettere a disposizione i suoi punti vendita ha coinvolto i dipendenti – che hanno affiancato i volontari di “aiutare i bambini” per spiegare ai clienti l’iniziativa – e ha fatto un’importante donazione al progetto “Un nido per ogni bambino”. “Siamo felici di essere stati scelti da “aiutare i bambini” come partner della prima edizione del “Banco per l’infanzia”  – ha commentato Roberto Merlini, Group Marketing & e-Commerce Director di Prénatale ci ha fatto davvero piacere vedere la grande partecipazione da parte dei nostri clienti”.

La Fondazione “aiutare i bambini” ringrazia infine Ellen Hidding, testimonial dell’evento. Per ulteriori dettagli sull’iniziativa: www.aiutareibambini.it/component/k2/item/91918-banco-per-l-infanzia-un-grande-successo.

Fondazione “aiutare i bambini” Onlus

“aiutare i bambini” è una Fondazione italiana nata nel 2000 con lo scopo di dare un aiuto concreto ai bambini poveri, ammalati, senza istruzione o che hanno subito violenze fisiche e morali. La Fondazione è una ONLUS riconosciuta dalla legge e interviene in Italia e nel mondo con progetti di accoglienza, assistenza sanitaria, emergenza, educazione e adozione a distanza o in vicinanza (a favore dei bambini che vivono in Italia). In quattordici anni di attività, “aiutare i bambini” ha sostenuto 1.135.000 bambini finanziando 1.145 progetti di aiuto in 72 Paesi. Il Bilancio della Fondazione è pubblico e certificato. Sede: via Ronchi 17, 20134 Milano. Tel. 02 2100241, info@aiutareibambini.it, www.aiutareibambini.it.

 

Alex Gusella

Ufficio stampa e Comunicazione
alex.gusella@aiutareibambini.it

Newsletter