Festa dell’AFMAL al Fatebenefratelli di Benevento

0
1.066 Numero visite

Nei giorni 14 e 15 e 16 OTTOBRE p.v. presso l’Ospedale S.Cuore di Gesù – Fatebenefratelli, si terrà la consueta Festa dell’AFMAL, nel giardino antistante l’Ospedale con stends per la vendita di Beneficenza a favore dell’AFMAL, organizzata dal Padre Superiore fra Angelico Bellino o.h., la Presidente D.ssa Antonia G.Galluccio ed dal Consiglio Locale dell’Associazione.

Fatebenefratelli3-350x233L’A.F.Ma.L., “Associazione con i Fatebenefratelli per i Malati Lontani”, è una libera associazione umanitaria senza fini di lucro, impegnata nell’ambito dell’emergenza sanitaria e nello sviluppo di iniziative per la solidarietà internazionale. L’Afmal è nata il 30 ottobre 1979 per desiderio di Fra Pierluigi Marchesi o.h., suo ideatore e cofondatore. Riconosciuta idonea ad operare nel settore del volontariato civile dal Ministero degli Esteri Italiano è tra le organizzazioni riconosciute dall’Unione Europea. Dal 2004 è iscritta nell’elenco delle Organizzazioni di Volontariato del Dipartimento di Protezione Civile.
L’Afmal è patrocinata e supportata nelle sue attività dall’Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio, detto in Italia dei Fatebenefratelli. L’Ordine, fondato in Spagna nel XVI secolo da Juan de Dios, nei suoi oltre 500 anni di attività si è diffuso in tutto il mondo, fondando numerosissime strutture sanitarie. Attualmente svolge attività sanitaria in 294 sedi, distribuite in 50 paesi di tutti i continenti.
L’attività dell’Associazione è volta a promuovere l’assistenza sanitaria e ogni altra iniziativa (tecnica, scientifica, culturale e professionale) atta a favorire il benessere fisico e morale degli abitanti dei paesi in via di sviluppo. L’Afmal si impegna per testimoniare la sua presenza nella solidarietà e nella condivisione con gli “ultimi”, contribuendo al formarsi di una coscienza di pace, di giustizia e di carità, volta al superamento delle cause che creano il sottosviluppo in tutte le sue espressioni. Lo scopo dell’Afmal è quello di offrire un aiuto spontaneo, volontario e concreto a chi si trova in situazioni di bisogno.
L’Afmal svolge attività di aiuto allo sviluppo in ambito sanitario, in particolare, promuove, organizza e gestisce progetti di sviluppo socio – sanitario. In alcuni casi si tratta di interventi integrati – svolti spesso in collaborazione con altre ong e associazioni umanitarie – nei settori sanitari, agricoli, produttivi, educativi, formativi.

L’Afmal seleziona e forma personale volontario a contratto (volontari, cooperanti ed esperti). Attua una formazione professionale sia in Italia sia all’estero. Quando necessario – con tempi, modalità e figure professionali specifici per ogni progetto – invia personale italiano per l’espletamento e/o il coordinamento delle attività previste.
La tutela della salute è solo il primo momento di un percorso più ampio, volto a sensibilizzare ogni uomo al rispetto e all’amore fraterno, ai valori di pace e solidarietà che trovano la massima espressione nella cura di un malato, la più alta valorizzazione della vita umana.
Quest’anno i fondi raccolti avranno lo scopo soprattutto di sovvenzionare l’implementazione dei Centri di accoglienza di bambini disabili ospiti del Centro Bahay San Rafael – Amadeo (Carite) e degli scolari dell’Istituto per sordomuti Gefi di Manila.
Ed in parte, si contribuirà alla realizzazione di una Struttura vicina all’Ospedale Buccheri La Ferla – Fatebenefratelli di Palermo, il “Centro di Accoglienza diurno e notturno Beato Olallo”, destinato a persone bisognose senza fissa dimora, anziani, famiglie in difficoltà, senza discriminazioni raziali, culturali e religiose. Ogni sera le porte del Centro, che prevede 12 stanze complete di servizi, sono aperte per ricevere chi non ha una casa, ed è alla ricerca di un posto, confortevole dove dormire, al riparo degli agenti atmosferici e dai pericoli della strada. Di giorno gli ospiti possono contare sul sostegno di operatori professionisti, con una corretta alimentazione, un sostegno sanitario e l’adempimento di pratiche civili, come l’acquisizione di documenti anagrafici.
Ad essi vengono offerte docce, vestiti e spesa in una zona della città di Palermo, particolarmente degradata della città.

http://www.informatoresannita.it/

Newsletter