Olbia, otorinolaringoiatra in pensione: niente udito per i sordi fino alla fine dell’anno

0
36 Numero visite
PUBBLICITA

Olbia. Brutta sorpresa per i pazienti del dottor Aurelio Susini, storico e accreditato direttore dell’ambulatorio di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale San Giovanni di Dio a Olbia.

PUBBLICITA

di Patrizia Anziani

Il noto medico, originario di La Maddalena, è andato in pensione e quindi, nel presidio olbiese niente visite per i suoi storici pazienti. Secondo quanto riportato da alcuni di loro, seguiti  da sempre dal presidio olbiese, la Assl di Olbia non sarebbe intenzionata a coprire il posto vacante, in una delle strutture sanitarie più importanti della Gallura, quello appunto della Città di Olbia. Insomma un altro pezzo della Sanità perso e non rimpiazzato. Il servizio sanitario di Otorinolaringoiatria è in realtà molto importante, si legge sul sito della Assl-Olbia: “All’interno vengono trattate tutte le patologie tumorali benigne e maligne del distretto testa collo ed in particolare i tumori del cavo orale, del naso, della faringe, della laringe, dell’orecchio, delle ghiandole salivari, della tiroide e del collo in generale. Ma anche le principali patologie malformative acquisite e congenite, infiammatorie e traumatiche”.

In particolare il servizio offerto dallo stimato dottor Susini ad Olbia consentiva anche di effettuare quelle visite necessarie per ottenere le protesi per l’udito, a cui seguivano tutti quei vari controlli per la manutenzione degli ausili protesici in caso di necessità. Al momento tutti i pazienti affetti da patologie di tipo otorinolaringoiatrico, o che hanno necessità di sostituire una protesi malfunzionante, anche per effettuare una semplice pratica, richiesta dalla Assl di Olbia solo da specifici ambulatori accreditati, quindi vengono invitati a recarsi all’ambulatorio di La Maddalena o ad Alghero con costi in tempo e denaro insostenibili. Insomma per i sordi, al momento niente udito fino alla fine dell’anno.  

 

 

PUBBLICITA
Notizia