Nasce a Siena il pronto soccorso del sociale

0
18 Numero visite

Da oggi in via sperimentale. Attivo h24 per 365 giorni l’anno per casi di disagio, violenza, disabilità, emarginazione, povertà

Siena, 28 settembre 2020 – Violenza e maltrattamento, abuso, grave conflittualità. Situazioni di abbandono o grave emarginazione con rischio per l’incolumità della persona. Non autosufficienza e grave disabilità, in contesti di assenza di rete familiare. Condizione di grave povertà che costituiscano grave rischio per la tutela e l’incolumità psico-fisica della persona. Situazioni di tratta, anche minorile. Infine stati di emergenza sociale dovuti a calamità naturali o eventi straordinari.

Per tutte queste situazione l’Asl Toscana sud est ha varato in via sperimentale a Siena Seus (servizio di emergenza urgenza sociale) destinato alla “presa in carico di persone con problematiche complesse in qualsiasi ora e in qualsiasi giorno dell’anno”, come spiega Giuseppe Gugliotti, presidente della Società della salute di Siena

Con Seus  “nasce il pronto soccorso del sociale – ha detto il direttore generale di Asl Toscana sud est, Antonio D’Urso, presentando stamani l’iniziativa –  Le emergenze e le urgenze sociali insorgono improvvisamente e la persona coinvolta è chiamata a rispondervi trovando soluzioni in una situazione emotivamente molto difficile. Per questo è necessario un servizio sociale professionale capace di intervenire, in maniera immediata e qualificata, con un servizio specificatamente dedicato a questi particolari bisogni, attrezzato e pronto 24 ore su 24, 365 giorni all’anno”.

Il pronto soccorso sociale è attivo in via sperimentale nella zona distretto di Siena e si conta di estenderlo alle altre zone dell’Asl sulla base delle indicazioni che giungeranno dalla Regione. L’Ordine professionale degli assistenti sociali ritiene che con Seus venga “rivalorizzato il lavoro di comunità, con avvio di un processo di crescita della comunità professionale”.

Newsletter