Salute: il problema della sordità interessa il 20% degli italiani

0
797 Numero visite

E’ stato accertato che il problema della sordità interessa il 20% degli italiani, e soprattutto gli uomini. Negli ultimi anni la chirurgia dell’orecchio ha raggiunto traguardi incredibili. Un convegno a Roma mette in luce proprio le ultime scoperte. – di G C

orecchio-630x352

Una ricerca ha permesso di accertare che il 20% degli italiani soffre di qualche forma di sordità. A quanto pare si tratta di un disturbo abbastanza frequente, che si verifica soprattutto tra gli uomini, ma che oggi si può risolvere con successo. Infatti, lo sviluppo della chirurgia dell’orecchio ha fatto passi incredibili  negli ultimi anni, permettendo di raggiungere eccellenti risultati di completa guarigione.

Il prof. Giuseppe Spriano, Presidente nazionale della Società Italiana di Otorinolaringologia e Chirurgia Cervico-Facciale (SIOeChCF) e Direttore dell’Otorinolaringoiatria all’Istituto Nazionale Tumori “Regina Elena” di Roma, e presidente del Congresso, ha dichiarato:”Siamo ormai in grado di restituire l’udito anche ai sordi totali. Grazie all’elettronica e all’informatica, possiamo sostituire anche la chiocciola, organo nervoso della percezione uditiva, con un impianto cocleare. Questo non è ancora possibile con gli altri organi di senso”.

Tema centrale del 102° congresso nazionale che si terrà fino a sabato a Roma sono proprio i progressi dell’otorinolaringologia.  E Sprinao ha aggiunto: “L’otorino non è più solo il medico che toglie le tonsille ma un chirurgo cervico-cefalico che utilizza tecnologie ultra moderne per operare una zona del corpo molto delicata. Possiamo oggi asportare tumori della laringe e faringe passando dalla bocca, usando il Laser e il Robot. Il viso è una parte ben visibile e che ha un’estrema importanza estetica. “

Il professore ha ribadito che con la chirurgia ricostruttiva è possibile sostituire i tessuti rimossi trasferendo porzioni di pelle, muscoli e ossa da altre sedi del corpo. Lç’otorino diventa dunque uno specialista che unisce l’aspetto sociale a quello scientifico. La  dott.ssa Barbara Pichi dell’ Otorinolaringoiatria dell’Istituto Nazionale Tumori “Regina Elena” di Roma ha anche detto che hanno scelto di organizzare in piscina un corso sub per non vedenti e i sordo muti, presieduto da un istruttore d’eccezione, Enzo Maiorca, che vanta 23 record del mondo di apnea. E nel corso del congresso  ci saranno altre immersioni per studiare le modifiche che avvengono nell’orecchio sott’acqua.

Il dott. Felice Scasso Segretario Nazionale SIOeChCF e Direttore dell’Otorinolaringoiatria dell’Ospedale P.A.Micone di Genova ha sottolinetao che in Italia ci sono circa 5.000 otorini, e tante sono le patologie che interessano la testa e il collo, come i tumori di vaira natura. L’integrazione terapeutica tra otorino, radioterapista e l’oncologo medico contribuisce a combattere molte patologie con successo. 

http://news.fidelityhouse.eu

Newsletter