3439 sono le vittime di “Ebola”. Ma in Italia siamo al sicuro?

0
795 Numero visite

Malgrado le assicurazioni del Ministro della Salute che sono improbabili gli arrivi virus via migranti , ( non sappiamo fino a che punto abbiamo una organizzazione tale da affrontare questo pericolo sanitario), la  malattia detta Ebola ritenuta la peggiore epidemia esistente negli ultimi 40 anni, in Italia non si prendono i dovuti e necessari provvedimenti .

Piuttosto di perdere del tempo in Parlamento ad inutili discussioni, l’opinione pubblica e noi con essa, rivolgiamo un caloroso invito ad occuparsi delle circostanze immediate e pericolose per la salute pubblica, come questa Ebola, che mettono una seria paura alla gente, malgrado che il vaccino potrebbe essere pronto entro il 2015 secondo il Direttore del Dipartimento Immunizzazione dell’OMS Jean Okwo Bèlè .  Intanto l’epidemia di Ebola è ormai in circolazione nel mondo .

Anche se il Ministro della Salute in audizione alla Camera dei Deputati ha affermato di non essere più una “ questione sanitaria” ma “ umanitaria”  ( ci domandiamo come fa ad essere così sicura), per il momento non abbiamo notizie della presa di misure precauzionali, ma ci impressiona la facilità ed il silenzio delle Istituzioni a non prendere i dovuti provvedimenti e “fermare” lo sbarco degli ex extracomunitari in Italia e “protestare” con la UE per i mancati “aiuti” atti a garantire una seria e limpida salute pubblica .

 

E con le sagge parole del Santo Giovanni Paolo II° :” Andiamo avanti con speranza !”

Previte

 

http://digilander.libero.it/cristianiperservire

La nostra Associazione per la promozione sociale costituita nel maggio del 1994 non ha richiesto né gode di contributi economico-finanziari palesi od occulti .

 

 

Notizie via email