Cacciatore accusato di aver uccisi cani in un allevamento con bocconi killer

0
741 Numero visite

“Con crudeltà ha gettato dei bocconi di salsiccia avvelenati nel recinto dei cani e cagionando così la morte di tre segugi”: un capo d’accusa pesantissimo a carico di un anziano cacciatore che si trova attualmente sotto processo dopo la morte di alcuni segugi in un allevamento di Cannara. L’uomo sarebbe arrivato a commettere un gesto così aberrante probabilmente perchè, per ritorsione, aveva acquistato a sua insaputa, pagando una cifra importante come seimila euro,  un cane completamente sordo. Una menomazione fisica che avrebbe reso il povero segugio del tutto inutile per il lavoro che doveva svolgere.

cane da caccia-2

L’anziano, preso da una cieca rabbia, ha così deciso, secondo l’accusa, di andare in piena notte all’allevamento e gettare all’interno dei recinti salsicce contenenti del veleno. L’uomo si sarebbe diretto sul posto più volte, ma i proprietari sono riusciti a fermarlo nell’ultima scorribanda: è stato infatti sorpreso nei pressi dell’allevamento e di conseguenza subito denunciato. Adesso bisognerà comprendere se l’allevamento in questione avesse come unico nemico il cacciatore o anche altri soggetti che hanno contribuito alla moria degli animali. Il processo è stato rinviato.

http://www.perugiatoday.it

Newsletter