Arrestato scafista: si fingeva sordomuto e padre di una bambina disabile

0
1.132 Numero visite
Via | Lametino © Foto Getty Images - Tutti i diritti

Scritto da:

Si chiama Koc Can, il 28enne turco che è stato arrestato dalla squadra mobile di Crotone con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Secondo l’accusa è uno dei componenti dell’equipaggio che ha condotto un veliero a due alberi, della lunghezza di venti metri, con a bordo 127 migranti, fra cui 32 donne e 21 bambini.

Il viaggio era iniziato quattro giorni fa dea una spiaggia nei pressi di Smirne: da lì lo scafista aveva raggiunto la spiaggia di località Marinella di Isola Capo Rizzuto: giunta a cinquanta metri dalla riva l’imbarcazione si era incagliata iniziando a imbarcare acqua.

Secondo gli inquirenti i migranti avevano pagato circa 7000 dollari per questo viaggio verso l’Italia. Can, prima di approdare sulla costa calabrese e per sfuggire a un eventuale arresto aveva chiesto ai migranti, minacciandoli, di attestare falsamente il suo status di sordomuto e padre di una bambina disabile che faceva parte del gruppo dei migranti.

Gli agenti della Finanza della sezione operativa navale, oltre ad arrestare lo scafista, hanno denunciato un uomo di 63 anni, residente in Calabria, anche lui accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Durante le operazioni di soccorso, una pattuglia della Finanza ha notato un’automobile con a bordo l’italiano e tre siriani con gli indumenti bagnati. L’uomo – già noto per analoghe attività – è stato successivamente denunciato

http://www.crimeblog.it

Notizie via email