In Portogallo la protesta dei disabili occupa i parcheggi regolari

1
3.762 Numero visite

Parcheggiare nel posto riservato ai disabili è una pessima abitudine che unisce una scarsa considerazione delle regole a una mancanza totale di rispetto per le persone che realmente hanno bisogno di quei parcheggi. Purtroppo questa brutta pratica non è diffusa solo in Italia, e in Portogallo i disabili hanno protestato a modo loro… occupando i posti regolari!

in_portogallo_la_protesta_dei_disabili_occupa_i_percheggi_regolari_13471

IDEA GENIALE, MESSAGGIO BEN TRASMESSO
L’idea è semplice, ironica e di sicuro effetto: in collaborazione con la società dei parcheggi di Lisbona Emel, alcuni posti sono stati occupati da sedie a rotelle con un foglio di carta poggiato sopra. Le frasi riportate sono quelle che i disabili conoscono bene: “torno subito”, “sono andato a prendere un caffè” e altri sullo stesso tono. Insomma, come ci si comporta se per una volta ci troviamo noi nella situazione di non poter parcheggiare nel posto che ci spetta di diritto?

La manifestazione è stata estesa a 69 posti auto, in alcuni dei quali c’era anche il disabile seduto sulla sedia a rotelle, a spiegare i perchè di questo gesto. Gli abitanti della capitale portoghese hanno sicuramente avuto da pensare dopo questo gesto molto esplicativo, con un messaggio che è arrivato facilmente senza polemiche o dissapori. In Italia come verrebbe presa questa protesta pacifica, soprattutto in una grande città come Milano o Roma?

http://www.omnimoto.it/

Newsletter

1 commento

  1. Commentando il vostro articolo inerente il parcheggio nel posto riservato ai disabili; vorrei aggiungere che è vero che non è una maleducazione solo italiana ma è che in Italia è anche menefreghismo, scarsa considerazione dei diritti altrui e delle altrui sofferenze. Basterebbe un servizio celere e funzionante di elevazione multa e rimozione del veicolo privo di contrassegno. Il problema mi sta particolarmente a cuore:
    http://www.teknoinformatica.com/articoli-e-notizie-parcheggio-disabili.htm