Roma, medico invalido partecipò a corsa di ciclismo sulle Dolomiti: prosciolto

0
1.018 Numero visite

ROMA – E’ stato prosciolto dall’accusa di falso in atto pubblico il chirurgo Fortunato Testa.

images12Testa, riconosciuto invalido civile e perciò costretto a turni di lavoro ridotti, partecipò, nel 2010, ad una corsa ciclistica sulle Dolomiti, lasciandosi alle spalle ben 123 concorrenti.

Il medico del Bambino Gesù era stato accusato la commissione dell’Asl A ad attestargli un’invalidità del 67%.

Il pm Maria Cordova aveva chiesto il processo perché Testa durante il periodo di malattia aveva fatto una corsa ciclistica sulle Dolomiti. A convincere il gup la mancanza di prove sull’incompatibilità tra lo sforzo fisico e l’invalidità civile.

http://www.blitzquotidiano.it/

Aggiornato il 17 novembre 2013

Newsletter