Moda: nasce Peety, il profumo da integrare con gocce di pipì

0
1.295 Numero visite

L’idea DI Angelo Orazio Pregoni presentata a Firenze all’interno del salone “Fragranze”

profumopipiFIRENZE. Al limite tra prodotto trash e piccola opera d’arte contemporanea, da oggi la profumeria artistica si arricchisce di una nuova creazione: Peety, boccetta di profumo da integrare con 10 gocce di pipì, la propria o quella della persona amata. Dipende dai gusti. L’idea è dell’artista sensoriale e naso italiano Angelo Orazio Pregoni, che ha pensato di ridefinire il concetto di tailor made, ovvero il «su misura», calibrando le note di una fragranza sulla base dell’urina.

ARCHIVIO Il supercaffè? Feci di roditori tostate…

Nella scatola di Peety si trova una boccetta da 49 ml che contiene una fragranza che si muove tra note ambrate e di tabacco, rosa e gelsomino, sandalo e pepe rosa, insieme ad un piccolo imbuto. Secondo i propri gusti si può scegliere se usare la fragranza da sola o arricchirla con il liquido prodotto dall’attività dei reni. «Aggiungendo 10 gocce di pipì – dicono dall’azienda – Peety si compie, perché acquista note di metalli e frutti e diventa personale«. A questo punto c’é da chiedersi come nasce l’idea. «Tutto nacque da un errore, – dice Pregoni – ho effettuato un mix con acqua ad alta concentrazione di sale e si è creata una reazione chimica. Così ho pensato di provare con la pipì. Ci ho messo 3 anni per realizzare questo progetto».

FOTO Oltre 200 marchi in esposizione

Un dubbio resta: usarla per sé oppure comprarla per la propria dolce metà e sottoporla ad un’estrema prova d’amore? Chissà. Intanto c’erano diversi curiosi ad osservare la boccetta oggi a Fragranze, il salone della profumeria artistica organizzato da Pitti Immagine, dove Peety é stata lanciata (é prodotta da O’driu’).

http://iltirreno.gelocal.it/

Newsletter