Un drone-condor contro le zanzare

0
1.689 Numero visite

L’apparecchio pesa meno di un chilo, è lungo 75 cm e a bordo dispone di videocamere termiche

Handout of the Condor Aerial’s Maveric drone that will be considered for use by the Florida Keys Mosquito Control District

Sembra un condor, ma è un drone. Un robot-volante che sorvolerà l’arcipelago delle Florida Keys, che si estendono a sud di Miami come un ponte verso Cuba, per scoprire le aree di riproduzione delle zanzare, in zone dove è difficile arrivare. E facilitare il lavoro ai 40 dipendenti del Florida Keys Mosquito Control District (Fkmcd) che devono ispezionare 42 tra isole e isolotti sparsi su una superficie di oltre 360 chilometri quadri per eradicare i fastidiosi, e pericolosi, insetti.

MENO DI UN CHILO – Le autorità della Florida intendono infatti utilizzare il drone Maveric della compagnia Condor Aerial della Nord Carolina per localizzare i nidi di zanzare nell’arcipelago. Il drone, a forma vagamente di condor, sarà presentato lunedì 26 agosto. Il prezzo è di circa 65 mila dollari (circa 49 mila euro) per ogni esemplare. L’apparecchio pesa meno di un chilo, è lungo 75 cm e a bordo dispone di videocamere termiche in grado di identificare le pozze d’acqua dove le zanzare depongono le uova.

MAVERIC – Il Maveric ha un’autonomia di 90 minuti e può volare a un’altezza di 60 metri. Quando i suoi strumenti identificano un’area di riproduzione delle zanzare, manda un segnale. Arriva un esperto per controllare l’esattezza della segnalazione e, nel caso, chiama uno dei quattro elicotteri di cui dispone l’Fkmcd che spruzza l’insetticida. Zanzare ko, tra cui la specie Aedes aegypti, vettore della dengue, la famigerata febbre spaccaossa.

http://www.corriere.it/

Newsletter