È stato sottoscritto venerdì 8 maggio, dopo un lavoro di raccordo e confronto portato avanti su impulso dell’Assessorato alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale, il verbale d’intesa tra Sindacati, Centrali Cooperative e Assessori competenti di tutti i Municipi. Grazie al documento l’accesso al sostegno alla didattica e agli interventi educativi per gli alunni con disabilità sarà pienamente garantito e migliorato per questa fase 2.

Grazie a questo accordo l’assistenza agli alunni con disabilità viene disciplinata e declinata non solo nella forma già prevista a distanza, ma anche nella forma della prestazione a domicilio o mista.

L’obiettivo è mettere al centro ancora di più gli alunni con disabilità e le loro esigenze. Le famiglie potranno dunque scegliere quale forma di intervento attivare, in base alle necessità specifiche di ogni alunno e alla disponibilità del singolo Operatore Educativo per l’Autonomia OEPA che effettua il servizio. Il percorso di coprogettazione sarà scelto dalle singole famiglie in condivisione con Municipi, scuole, coordinatrici dei servizi educativi e scolastici capitolini, Operatori Educativi per l’Autonomia OEPA ed enti gestori sempre in linea coerente con il Piano Educativo Individuale di ogni alunno.

Con il verbale sottoscritto vogliamo dare forte impulso e sostegno all’applicazione sul territorio delle possibilità per i servizi di supporto alla didattica per gli alunni con disabilità effettuati dagli operatori OEPA. Puntiamo così a rispondere con sempre maggiori strumenti alle esigenze degli alunni con disabilità e a quelle delle loro famiglie, e a garantire la tutela salariale degli operatori”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

L’accordo è il frutto di un importante e costante lavoro di raccordo e condivisione che abbiamo portato avanti con le Consulte municipali per la disabilità, le Direzioni Socio-educative dei Municipi, gli assessori alla Scuola, gli enti gestori e i sindacati maggiormente rappresentativi del settore, al fine di giungere a un documento condiviso che portasse alla massima efficacia possibile del servizio nel rispetto delle norme di prevenzione e tutela della salute. Abbiamo voluto consolidare il coordinamento tra le strutture territoriali responsabili dei servizi, gli enti gestori e le famiglie, nell’interesse primario degli alunni con disabilità e a tutela dei lavoratori. Come Assessorato mettiamo al primo posto la condivisione e la partecipazione, anche quale modalità operativa per migliorare e rimodulare i servizi in questa delicata fase”, dichiara l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale di Roma Capitale Veronica Mammì.

Accessibilità, libertà di scelta e condivisione sono le tre parole d’oro alla base di questo importante documento. Un lavoro così minuzioso e ritagliato sulle esigenze degli alunni con disabilità non era mai stato fatto a Roma Capitale, soprattutto in questo fase emergenziale che ha visto fermarsi tutta l’attività educativa nazionale in presenza. Roma sta diventando una città migliore per tutti, nessuno escluso”, dichiara il delegato della Sindaca all’Accessibilità Universale Andrea Venuto.

RED

 

Newsletter