Partecipazione, trasparenza ed inclusione sono le parole d’ordine per ridurre sempre di più le distanze tra i cittadini e le istituzioni

0
276 Numero visite

Entro giugno, le attività dell’Assemblea capitolina, dove vengono approvate le decisioni più importanti per il futuro della città, saranno ancora più vicine ai cittadini. Le sedute saranno tradotte in LIS, la lingua dei segni italiana, e sottotitolate in tempo reale sia in Aula Giulio Cesare sia in streaming attraverso i canali istituzionali di Roma Capitale.

È stato pubblicato dal Campidoglio l’avviso per una manifestazione di interesse-indagine di mercato per individuare la migliore tecnologia al fine di avviare il servizio in via sperimentale entro il mese di giugno.

Insieme alle associazioni, verrà monitorato e valutato questo percorso che durerà 24 sedute consecutive e senza interruzione, per studiare la migliore soluzione tecnico-progettuale utile a realizzare l’iniziativa e per poter quindi predisporre un bando europeo per l’attivazione sul lungo periodo.

Ringrazio per il lavoro svolto Andrea Venuto, delegato all’accessibilità universale e tutta l’assemblea Capitolina, in particolar modo il Presidente Marcello De Vito e Simona Ficcardi Consigliera M5S Comune di Roma per il ruolo propositivo avuto, approvando all’unanimità una mozione per garantire la massima accessibilità delle informazioni del Consiglio. Con #RomAccessibile sempre più vicini ai cittadini.

Facebook di Virginia Raggi

Segnalata da Giuliana Abitini

Newsletter