Riapre la mostra per il Centenario di Alberto Sordi: quando e come visitare la casa dell’attore romano

0
7 Numero visite

Dopo la chiusura forzata, torna accessibile la mostra dedicata al grande Albertone. Tutte le informazioni per accedervi

Con la riapertura dei musei e delle mostre della Capitale, torna accessibile ai visitatori – dal 4 maggio – anche la grande mostra per il Centenario della nascita di Alberto Sordi, allestita nella sua villa in piazzale Numa Pompilio.

L’esposizione speciale è stata vittima del Covid sin dagli inizi. L’inaugurazione slittata da marzo 2021 a settembre, poi le molteplici chiusure dovute alle restrizioni. Ma approfittando della riapertura dei musei del 26 aprile 2021, la mostra per il centenario di Albertone non solo riapre ma assicura visite fino al 1 agosto 2021.

Alberto Sordi, la mostra nella sua villa

Si tratta di un’esposizione che non ha precedenti e che si snoda nei vari ambienti della casa dell’attore e nel giardino. Una mostra fatta di oggetti, abiti, fotografie, documenti inediti, video e tante curiosità che permettono ai visitatori, ai romani, a tutti coloro che hanno amato il grande Alberto Sordi, di calarsi in quella sfera privata che l’attore mostrava molto poco.

Il percorso espositivo comprende anche due grandi tensostrutture davanti alla villa, dove una volta si trovava la piscina e il Teatro dei Dioscuri, con focus su “Storia di un italiano”.
La mostra è promossa da Fondazione Museo Alberto Sordi con Roma Capitale e con Regione Lazio, con il riconoscimento del MIBACT Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, Soprintendenza Speciale di Roma Archeologia Belle Arti Paesaggio, Soprintendenza Archivistica e Bibliografica del Lazio, con il patrocinio di SIAE, con il sostegno di Luce Cinecittà, Acea, Banca Generali Private e con la collaborazione di Rai Teche, è curata da Alessandro Nicosia con Vincenzo Mollica e Gloria Satta, prodotta e organizzata da C. O. R. Creare Organizzare Realizzare.

Per informazioni e prenotazioni si può scrivere a: info@centenarioalbertosordi.it

 

Newsletter