Vigili del Fuoco: necessario confrontarsi sulla sede operativa nel Comune di Fiumicino

0
18 Numero visite

Ancora una volta la FNS CISL deve intervenire in merito ai recenti roghi avvenuti nella zona di territorio del Comune di Fiumicino, nello specifico zona Le Vignole, che hanno visto impegnate nello spegnimento diverse squadre operative dei Vigili del Fuoco congiuntamente a moduli dei volontari di Protezione Civile.

comunicato stampa 28.06.20

La FNS CISL intende ribadire un concetto fondamentale per la sicurezza  e il soccorso alla popolazione di questo Paese, che vede l’attività istituzionale svolta quotidianamente e con indiscutibile professionalità dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, quale obiettivo primario da raggiungere da parte degli amministratori locali.

Ciò che vorremmo sia chiaro è che il Comune di Fiumicino si renda effettivamente conto che in quella realtà il soccorso pubblico è garantito dalla sede dei Vigili del fuoco di Ostia che dispone di 13 unità per circa 400 mila abitanti e, come è accaduto anche per questo ultimo evento, sono dovute intervenire altre squadre operative VV.F. di supporto.

Il Sindaco di Fiumicino deve prendere coscienza del fatto che il comune da lui amministrato è una realtà economica e sociale che necessità, ormai, di avere un presidio stabile h 24 dei Vigili del Fuoco tale da consentire ai cittadini di quel territorio un servizio professionale, efficiente e tempestivo.

La FNS CISL richiede, di fatto, al Sindaco di attivarsi per fornire alla cittadinanza di Fiumicino un servizio di soccorso tecnico urgente nel minor tempo possibile – nell’arco temporale di 15/20 minuti – e di collaborare, insieme ai vertici locali del Comando Provinciale dei VV.F. di Roma, come di fatto giĂ  è stato fatto,  nel rafforzare i contatti giĂ  avvenuti, al fine di rendere operativo nel piĂą breve tempo possibile questo presidio fisso con l’obiettivo di renderlo stabile e definitivo che riuscirebbe a fronteggiare qualsiasi tipo di emergenza sul territorio di riferimento.

Al riguardo, come sempre confermato, in questo ragionamento complessivo del sistema soccorso, si possono inserire tutte le componenti  integrate, con le loro peculiari competenza, che comprende professionisti e volontari del soccorso, in modo tale da creare una rete organizzativa che garantisca maggior tutela al la popolazione di Fiumicino.

La FNS CISL auspica che il Sindaco di Fiumicino e la giunta comunale valutino con attenzione l’operato dei Vigili del Fuoco e coinvolgano con urgenza il Comando per investire su una sede operativa per la sicurezza delle persone e del territorio..

IL SEGRETARIO GENERALE
FNS CISL ROMA CAPITALE E RIETI

Riccardo CIOFI

 

Newsletter