74 posti all’Asl Na1 con un ritardo di 6 anni assistiamo ad assunzioni con metodi a dir poco discutibili

0
866 Numero visite
PUBBLICITA

Visto le segnalazioni giunte all’associazione da vari iscritti e partecipanti al concorso, nonché le dichiarazioni di altre associazioni di categoria apparse sul web in questi giorni, l’A.N.I.D.A. dichiara la sua posizione.

PUBBLICITA

f1_0_alunni-disabili-nella-provincia-di-cremona-in-arrivo-risorse-per-ripristinare-i-serviziPer un pubblico ignaro parliamo delle assunzioni che l’ASL NA1 doveva fare nell’anno 2010, posti di lavoro da riservare ai Diversamente Abili rientranti nella quota d’obbligo stabilita dalla legge 68/99 “Norme per il Diritto al lavoro dei disabili”.

Già all’epoca l’A.N.I.D.A. denunciava che l’ASL NA1 per allungare i tempi delle assunzioni, ricorreva al concorso pubblico (art.8 legge 68/99) uscito il 22-07-2010, nel quale stabiliva che le assunzioni sarebbero state scaglionate in questo modo: n° 20 unità entro il 31/12/2010 o alla data di ultimazione delle operazioni concorsuali, n° 30 unità entro il 31/12/2011 e n° 24 unità entro il 17/06/2012.

Purtroppo, i membri dell’associazione ci avevano visto lungo, infatti siamo nel mese di febbraio 2016 (6 anni dopo) e questi Diversamente Abili non sono ancora entrati in servizio.

Ma vi è di più, in questi giorni è stata pubblicata finalmente la graduatoria finale dei 74 Assistenti Amministrativi categoria C, selezionati tra i 900 partecipanti del 2010, ma non si sa precisamente, se tutti sono stati sottoposti alla “famosa” preventiva diagnosi funzionale, come previsto dalla legge 68/99.

È dall’entrata in vigore delle legge che l’associazione sta chiedendo alle ASL inadempienti lo svolgimento delle diagnosi funzionali di tutti i Disabili iscritti al collocamento obbligatorio, infatti bisogna individuare preventivamente le residue capacità lavorative, per far sì che un eventuale esclusione sia su basi oggettive e non soggettive.

Sembra assurdo che proprio l’ASL che per legge deve effettuare le diagnosi funzionali preventive, faccia partire un concorso pubblico senza prima aver sottoposto tutti i partecipanti alla diagnosi funzionale preventiva. Solo così si poteva garantite la regolarità delle assunzioni.

L’A.N.I.D.A. continuerà a chiedere a gran voce che le diagnosi funzionali siano svolte dalle ASL preventivamente e coglie l’occasione per dire a tutti i propri simpatizzanti che è stato aperto un nuovo sportello A.N.I.D.A. in via SS. Giovanni e Paolo n° 36/37 Napoli.

e-mail: anidaweb@libero.it sito web: www.anidaonlus.it

Notizia