Per avere un approccio migliore con i disabili, le persone “così dette normali” devono tener conto che anche le persone disabili devono essere considerati non come soggetti deboli e privi di personalità, ma si devono
considerare alla pari dei normodotati.

Oltre ai centri riabilitativi, sono presenti associazioni e cooperative a carattere diurno, che svolgono un ruolo fondamentale per l’integrazione sociale dei disabili. Queste associazioni secondo me aiutano i disabili a crescere e a rapportarsi con altre persone. Gli operatori di questi centri quando devono affrontare determinati argomenti con i ragazzi devono valutare la possibile reazione di ogni
ragazzo

Aspetto i vostri commenti di Andrea Pennati
andreapennati79@gmail.com

 

 

Notizie via email