“Insieme si può Fare” Onlus, Abdullah torna a sentire (ma c’è ancora bisogno di voi)

0
738 Numero visite

Una storia a lieto fine che merita di essere racconta. Una storia che conquista il cuore e che ha bisogno di tutti voi per avere un finale ancora più bello. Ognuno potrà contribuire partecipando al concerto benefico dei Sulutumana a Mezzago in programma per il 22 gennaio. Durante l’evento organizzato da “Insieme si può fare” Onlus si raccoglieranno fondi per aiutare un bambino siriano

abdullah-apparecchio-acustico

20 gennaio 2016 Di

LA STORIA – Lui è il piccolo Abdullah: nato e cresciuto in Siria, ma per via della guerra è dovuto scappare dal suo Paese e ora vive a Reyhalli in Turchia con la sua famiglia.

Abdullah è nato sordo ma i suoi genitori non si sono arresi e all’età di due anni grazie a un intervento chirurgico molto complicato e con un impianto sofisticato, è tornato a sentire.

 

L’impianto che porta non è un comune apparecchio acustico, ma un impianto cocleare in grado di sostituire il funzionamento dell’orecchio interno.

Sei mesi fa l’impianto cocleare si è rotto e Abdullah è caduto nel silenzio più totale. Da allora tanta tristezza, il piccolo piange e soffre.

I volontari di Insieme si può Fare nel loro viaggio di inizio dicembre in Turchia hanno conosciuto il piccolo e ascoltato il triste racconto: “Non potevamo fare finta di nulla e voltarci dall’altra parte, abbiamo deciso di aiutarlo con tutte le nostre forze. Il pezzo rotto è il cuore dell’impianto – spiegano i volontari – ha un prezzo molto elevato e abbiamo bisogno del sostegno di tutti voi”.

I volontari in contatto con la Med-el Italia hanno recuperato il pezzo rotto a Bolzano e hanno anche ottenuto uno sconto incredibile oltre che la totale disponibilità dell’azienda a seguire il piccolo. Recuperato l’apparecchio l’hanno portato subito ad Abdullah in Turchia, “Non potevamo aspettare, vederlo tornare a parlare e sorridere è stata una gioia immensa”.

In molti hanno contribuito con offerte all’acquisto di questo sofisticato apparecchio. Per ora, con le donazioni, la Onlus ha superato la metà del costo, ma spera di arrivare a coprire il totale della spesa anche grazie alla raccolta fondi che si farà durante il concerto organizzato con la collaborazione Sulutumana.

Appuntamento quindi al Bloom di Mezzago il prossimo 22 gennaio ore 21.30 con la “Musica è per tutti anche per Abdullah”

http://www.mbnews.it

Newsletter