I senza casa occupano l’Istituto dei sordomuti in via Cavour

0
1.092 Numero visite

Dopo lo sgombero del 18 marzo dall’istituto Figlie di San Giuseppe di via Oberdan, una ventina di famiglie sono tornate a occupare un immobile del centro storico.

di Claudia Brunetto

161638746-93d67889-7c63-4da2-8556-049e52f02cfa

Questa volta si tratta dell’Istituto nazionale Sordomuti di via Cavour per farne la loro nuova abitazione. Accanto agli ex occupanti di via Oberdan di nazionalità eritrea ed etiope, anche un gruppo di famiglie palermitane sotto sfratto rimaste senza casa. L’edificio in questione, di proprietà regionale è inutilizzato dal 2013 e si trova in discrete condizioni. I locali fino ad allora erano gestiti dall’Iridas, ente regionale poi liquidato, che si occupa appunto dell’integrazione dei diversamente abili in Sicilia. “L’occupazione di oggi – dice Giuliana Spera, portavoce del comitato Prendocasa – deve essere uno stimolo per le istituzioni affinché trovino in maniera

immediata soluzioni definitive per l’emergenza abitativa della nostra città. Il diritto alla casa è un diritto fondamentale di cui tutti devono poter godere”. Sono oltre 1500 le famiglie iscritte nella lista dell’emergenza abitativa e 10mila quelle in attesa anche da dieci anni di una casa popolare. La graduatoria, però, è bloccata così le occupazioni abusive si moltiplicano. Se ne contano una trentina soltanto negli ultimi mesi

http://palermo.repubblica.it/

Notizie via email