Horus ti dice quello che non vedi

0
808 Numero visite

horusGrande successo per la raccolta fondi a favore di Horus. Il dispositivo elettronico indossabile, sviluppato per aiutare le persone cieche e ipovedenti durante tutta la giornata, che verrà presentato il 18 aprile prossimo a Genova.

di Roberta Lunghini

Un vero e proprio assistente personale per tutti coloro che, a causa di una disabilità visiva, hanno difficoltà, ad esempio, a leggere un libro o ad attraversare la strada. È composto da due parti: la prima, contenente i sensori visivi e di orientamento, viene posizionata direttamente sull’occhiale senza richiedere un’apposita montatura; la seconda, da tenere con sé (in tasca o in una borsa) e collegata alla prima, contiene la batteria e l’unità centrale dove avviene l’elaborazione.

Una vera e propria novità rispetto agli ausili già in commercio, soprattutto per una caratteristica tanto particolare quanto innovativa: si tratta di uno strumento che non richiede di essere connesso ad internet per poter eseguire le funzionalità pensate e non si appoggia a smartphone o altri dispositivi. Inoltre, dà la possibilità di aggiungere funzionalità successivamente e permette all’utente di personalizzare le informazioni facendo memorizzare ad Horus gli oggetti che utilizza più frequentemente e i volti delle persone care

http://www.west-info.eu

Newsletter