Famiglia sfrattata, bimbo disabile in un furgone: «Il Comune viola la legge»

0
995 Numero visite

Duro attacco di Diritti per Tutti alle parole del sindaco di Mazzano: dal Comune comunque arrivano garanzie di assistenza. La storia amara di papà Bachir e dei sue due figli, che ora vivono in furgone: uno dei due è disabile

sfratti bambine-2

Ha già fatto il giro dell’Italia l’incredibile storia della famiglia sfrattata a Mazzano e costretta a vivere in un furgone: un’amara storia nel Belpaese della crisi, peggiorata dal fatto che oltre a mamma e papà sul furgone ci vivono anche due bambini, uno di 6 e l’altro di 2 anni, uno dei quali afflitto da disabilità e invalido al 100%.

Ieri pomeriggio il presidio dell’associazione Diritti per Tutti proprio davanti all’ingresso del Comune. A parlare è soprattutto papà Bechir, lui che mesi fa ha perso il lavoro ed è stato sfrattato, si è dovuto arrangiare come può.

“Chiediamo l’aiuto che ci spetta – racconta – e non per carità ma per legge, sono 20 anni che paghiamo le tasse”. Arrivato in Italia nel 1990 ha lavorato un po’ in tutti i settori: sempre nel lavoro dipendente, tecnicamente i salariati, quelli che più di tutti (emblematica anche la questione della serrata forzata delle fabbriche Riva) pagano il prezzo della crisi di ristrutturazione all’occidentale.

“Anche ogni piccolo gesto quotidiano diventa complicatissimo – continua papà Bachir – Non stiamo più vivendo, stiamo affrontando una sopravvivenza drammatica”. La richiesta è semplice, spiegano da Diritti per Tutti, “alla mamma e ai bambini si deve trovare una sistemazione immediata”.

Sulla questione si è espresso il vicesindaco Daniele Agliardi, che ha garantito una soluzione in tempi brevi. Più laconico il sindaco Maurizio Franzoni: seppur in ritardo, spiega, “siamo pronti ad avviare le pratiche per assicurare alla famiglia l’assistenza che le spetta”. Non risparmia però il commento politico: “Questa, come tante, è solo una patetica strumentalizzazione. La famiglia noi l’abbiamo assistita, fino allo scorso aprile. Poi sono loro che sono scomparsi nel nulla”.

Dal comitato bresciano che difende le famiglie sotto sfratto la pronta replica: “E’ inutile negarlo, la giunta di Mazzano sta violando la legge”.

http://www.bresciatoday.it/

Newsletter