Savona. Trova 2mila euro e li restituisce

0
1.213 Numero visite

Savona – La tentazione dev’essere stata assai forte, soprattutto per una pensionata che deve tirare avanti in tempi di crisi.

di Giovanni Vaccaro

Ma la 66enne, che ieri, nel centro di Albisola, ha trovato per la strada un portafogli gonfio di oltre duemila euro, è una donna vecchio stampo, per la quale l’onestà e la correttezza valgono molto più di qualche cena in un ristorante di lusso o di una serie di piccoli sfizi.

foto frosio 17112003 2003 albisola caserma carabinieri corso mazzini
La caserma dei carabinieri di Albisola

Ma chi l’ha detto che l’occasione fa l’uomo ladro? Se pochi giorni fa un “turista” aveva tentato di rubare il salvadanaio delle mance nel bar di uno stabilimento balneare di Albissola Marina, coprendolo con un asciugamano senza però accorgersi che era stato saldamente assicurato con una catenella, ieri i riflettori si sono accesi sul gesto di onestà di una signora che abita nel centro storico di Albisola Superiore. Il Fato l’aveva messa sulla strada dove un agente aveva appena perso inavvertitamente il portafogli. Ma lei, di fronte a quel ricco fascio di banconote, non ha battuto ciglio. Se lo è stretto sotto al braccio ed è corsa a consegnarlo alla vicina caserma dei carabinieri.

I militari hanno trovato subito i documenti del proprietario e lo hanno rintracciato in pochi minuti. Un lasso di tempo che, però, all’uomo era sembrato infinito. «Nel portafogli avevo l’incasso dell’agenzia – ha raccontato -, quando mi sono reso conto di averlo perso sono andato nel panico». Sudando freddo e facendo gli scongiuri, ha provato a telefonare a casa alla moglie, per verificare se lo avesse dimenticato lì. Ma alla risposta negativa, oltre al danno economico, l’agente ha iniziato a pensare a tutte le grane burocratiche che avrebbe dovuto affrontare per ottenere i duplicati dei documenti, dalla carta di identità alla patente, senza contare la corsa per bloccare le carte di credito ed il bancomat.

Invece è stato raggiunto da un carabiniere: «Stia tranquillo, abbiamo noi il suo portafogli. Lo ha trovato una signora e ce lo ha consegnato con soldi documenti all’interno». «E’ la dimostrazione che Albisola non è un posto di frontiera – commenta il comandante della stazione dei carabinieri di Albisola, Salvatore Napoli -, ma è ancora vivibile e frequentata da persone corrette. Ci sono sicuramente dei problemi, soprattutto d’estate, quando la popolazione aumenta con l’afflusso dei turisti, ma sono tutt’altro che invivibili. La signora che ha riconsegnato il portafogli è una persona normalissima, che incontro spesso ad Albisola». I militari hanno chiesto alla pensionata se potessero comunicare al proprietario il suo nome, che di sicuro la contatterà per ringraziarla.

Nonostante la crisi e le difficoltà che le famiglie, specie quelle più disagiate, devono superare quotidianamente, l’estate 2013 si è arricchita di diversi episodi da “Libro Cuore”. In qualche caso è anche colpa della disattenzione: «E’ successo in diverse occasioni di dover “custodire” portafogli di clienti distratti – racconta Marco Ferro, titolare del distributore Agip di Celle -. Qualche giorno fa una signora aveva estratto il portafogli dalla borsa e lo aveva posato sul tetto della macchina per fare benzina. Poi ha pagato e, come se fosse in trance, lo ha riposto nuovamente sul tetto della macchina prima di salire e partire. L’ho raccolto io per consegnarlo alla polizia municipale. Ma poco dopo è tornata tutta trafelata chiedendomi se per caso l’avessi trovato. Al mio sorriso sembrava che le avessi fatto un regalo straordinario, non smetteva più di ringraziarmi».

Le cronache di quest’estate sono comunque ricche di esempi come il gesto di un 49enne sordomuto di Venezia, che ha visto un uomo perdere il portafogli sull’autobus della linea 19, al capolinea di piazzale Roma, ma non è riuscito ad avvisarlo proprio a causa del suo handicap. E allora si è diretto verso la Questura per restituire al legittimo proprietari il borsello con i documenti e 450 euro. Tutta una questione di fortuna, invece, per un appassionato di sci d’acqua californiano, Burton Maugans, che quest’estate ha ritrovato il portafogli smarrito ben 24 anni fa. L’uomo aveva dimenticato il portafogli nella tasca del costume e si era tuffato nel mare di Holden’s Beach, ovviamente perdendo il portafogli. Ben 24 anni dopo, il borsello è stato ritrovato, sulla stessa spiaggia da un passante che ha poi rintracciato il proprietario.

http://www.ilsecoloxix.it

Newsletter