Claudy, cieco e campione di surf: «Mi fa sentire come tutti gli altri»

0
960 Numero visite

PARIGI – A vederlo sulla sua tavola da surf mentre affronta le onde non si direbbe che Claudy Robin è quasi del tutto cieco a causa di una malattia ereditaria alla retina.

20130819_c1_surf-5

Nonostante i gravi problemi alla vista, Claudy ha trovato nel surf una ragione di vita: “Provo una sensazione di libertà nel fare uno sport non adatto alle persone che non vedono, nel praticarlo come tutti gli altri”. Nella fase iniziale ha bisogno di un aiuto, ma poi fa tutto da solo.

L’esperienza di Claudy, come racconta France 3, è servita per creare un corso di surf per le persone non vedenti, alcune delle quali non avevano neanche mai messo un piede in acqua. Il surfista ha creato l’associazione “Seesurf” nove mesi fa, e ora i suoi otto allievi possono finalmente avvicinarsi alla tavola.

http://www.ilmessaggero.it

Newsletter