Con la faccia al muro un bambino disabile a Crotone nella Scuola per l’infanzia Montessori?

0
631 Numero visite

Mentre la disabilità cerca disperatamente solidarietà e comprensione, quanto è accaduto alla Scuola Montessori a Crotone ha dell’incredibile in quanto è stato messo con la faccia al muro un bambino disabile, un gesto incomparabile .Questo cattivo inusuale gesto dato ad un bambino, pare, essere stato dato da un stratega esperimento della Madre di Sostegno ?Non facciamo, come al solito alcuna identificazione sul soggetto che ha provocato un qualsiasi triste episodio, ma dobbiamo ammettere che i disabili fisici, gli handicappati psichici, i ciechi, ventesimisti, i sordi, i sordomuti, gli invalidi e tutto il mondo della disabilità lottano da anni per ottenere legali diritti sanciti dalla Costituzione, soprattutto per far conoscere il loro status sociale quotidiano che rende la loro esistenza, la loro vita e quella dei loro familiari molto difficile .

Ma perché, il Parlamento, il “Governo del Cambiamento” tutte le Istituzioni non provvedono a risolvere questi loro problemi con coerenza, gesti di speranza, di urgenza ?

In una nota del Parlamento Europeo si ricorda che “i Trattati Europei hanno creato il concetto di cittadinanza europea ed ogni cittadino della UE benefica di una serie di diritti “ , fra i quali quelli dello studio, lavoro, apertura di attività, di usufruire della propria pensione in un altro Stato membro, della dignità umana, della solidarietà, della parità tra uomo e donna, del rispetto reciproco ed il principio della consapevolezza, oggi molto carente ( Bollettino Radiogiornale della Radio Vaticana Anno LVI n. 366 del 31.12.2012) .

Questa esplicita protezione giuridica della dignità dell’uomo da parte del Parlamento Europeo e del Consiglio, implica anche quella del diritto alla vita : “dal concepimento alla morte naturale” ( Papa Francesco 23 /7/2015 nella Giornata della Vita).Oggi 2018 siamo in un mondo in perfetto “subbuglio”, che barbaramente uccide per un nonnulla quasi quotidianamente i genitori, i mariti, le mogli, i figli, le donne, i bambini, i neonati, che modifica continuamente il sistema di vita, che riduce e conduce la società civile verso il regresso, che è egoisticamente ripiegata su se stessa, coinvolta in un forte egoismo oramai assai diffuso, che tollera troppe cose e pone scarsa attenzione ai più deboli ed ai più sofferenti ?

Purtroppo il n/s Paese è stracolmo di come ci propinano le notizie dei mass media, di corruzione, di corrotti, di corruttori , una assoluta emergenza nel traffico di influenze illecite e ricordiamo che “ siamo poveri, siamo umili, miti, al servizio del popolo” è’ l’esortazione di Papa Francesco nella Santa Messa presieduta a Santa Marta in Vaticano il 15 maggio 2013 ad un gruppo di dipendenti della Radio Vaticana ? Il divorzio libero, l’aborto procurato, la contraccezione abortiva, la sterilizzazione, l’ideologia omosessualistica, l’eutanasia mascherata, il suicidio assistito, la legalizzazione delle sostanze stupefacenti, la manipolazione e sperimentazione genetica, la promozione dell’ideologia del permissivismo imperante, del relativismo crescente, del qualunquismo diffuso, del vivere poco associato, ebbene : non sono tutte forme di una medesima concezione antropologica contro l’uomo ?.Quello di Papa Francesco, un uomo semplice, carico di entusiasmo carismatico, che converte, che ha saputo  riunire moltissimi uomini, un papà attento e premuroso, non è in un delirio di pauperismo medievale , ma vuole il ri-avvio dell’applicazione pratica dell’amore cristiano insegnatoci attraverso il Santo Vangelo anche su bambini, anziani, emarginati .

 

E con le parole del Santo Giovanni Paolo II° :” Andiamo avanti con speranza !”

Previte

http://digilander.libero.it/cristianiperservire

La nostra Associazione per la promozione sociale costituita nel maggio del 1994 non ha richiesto nè gode di contributi economico-finanziari palesi od occulti.

Newsletter