Riforma: è possibile quella della dell’handicap mentale, una priorità meglio di altre?

0
1.017 Numero visite

rio2016

Uno squallido episodio di violenza carnale su una minorata mentale, una madre che uccide il proprio nascituro, un padre che sopprime la propria famiglia, gli ormai femminicidi che avvolgono di indignazione il n/s Paese : ecco in breve analisi i “fattacci” che avvengono quasi giornalmente nella nostra Italia, mentre il Presidente del Consiglio dei Ministri è in Brasile a vedersi i Giochi Olimpici, “lasciando” tutti i problemi sulle spalle di CHI ? ed “aspetta gli ori degli azzurri”!.

Gli ultimi “fattacci “ ( ma non ultimi !) ci dimostrano la nebbia che avvolge la mente di quanti, forse incolpevoli, sono da considerarsi malati di mente !

La malattia mentale, dunque, è diventata il calvario per i familiari “schiacciati” dal peso di una grossa croce, da un volume sproporzionato di sacrifici, da folli fattacci  che non si riesce più a sopportare e che turbano l’incolumità pubblica .

Intanto i mass media mettono in risalto il “nefasto episodio”, quasi ad esaltare la “notizia” per arricchire il carnet dello share, visto che l’audience e lo scoop scandalistico, oggi, restano i parametri di valutazione di avvenimenti riguardanti la società civile, senza soffermarsi ad approfondire le “cause” che possono determinare questi “episodi”.

Gli “episodi” in cui sono protagoniste persone con problemi psichici, sono segni evidenti ed indiscutibili di un disagio interno di tipo patologico che va riconosciuto, capito, curato con interventi ad alta protezione sanitaria e legislativa, “revisione” che in Europa avviene ogni 3/4 anni, a differenza dell’Italia “ferma al palo” da ben 38 anni

Un vero e proprio scandalo in Italia la mancata risoluzione di questo grave ed urgente disagio sociale, altro che richiedere la “protezione” di cani e gatti ! Ma, ci sono, anche, gli esseri umani! O sbaglio!

E’ necessaria una nuova legislazione, una legge-quadro che garantisca e tuteli i diritti di tutti i membri della comunità sociale :. Petizione 2013

Riteniamo, Signor Presidente del Consiglio dei Ministri e Signori della Politica, essere più importante la salute dei cittadini, che deve essere più approfondita la capacità di interpretazione e di ascolto delle necessità e della priorità che questa patologia porta in seno alla società, per ottenere risposte confacenti dalle Istituzioni e dalla politica che per la verità a tutt’oggi, non hanno saputo o voluto dedicarsi con umiltà e sensibilità ai problemi connessi a questo “popolo di sofferenti”, forse, perché distratti dalle contrapposizioni interne nonché dalle continue litigiosità, ma il Capo del Governo và ai Giochi Olimpici.

 

E con le parole del Santo Giovanni Paolo II° : Andiamo avanti con speranza”!

Previte

 

http://digilander.libero.it/cristianiperservire

La nostra Associazione per la promozione sociale costituita nel maggio del 1994 non ha richiesto né gode di contributi economico-finanziari palesi od occulti .

Newsletter