No all’idolatria per cani e gatti, ma maggior rispetto per l’uomo!

1
1.462 Numero visite

“La pietà non va confusa neppure con la compassione che proviamo per gli animali che vivono con noi; accade, infatti, a volte si provi questo sentimento verso gli animali, e si rimanga indifferenti davanti alle sofferenze dei fratelli ” ( Papa Francesco Piazza San Pietro 14 maggio 2016 ).

canirandaggiabruzzoNon si è ancora spento il grande fiume di parole sulla Misericordia, perché la Misericordia del Signore Gesù è senza fine e “ bisogna essere forti e convincenti”, dove a braccio, Papa Francesco, con quella espressione semplice e colloquiante che senza dubbio ci induce ad essere più umani, ha aggiunto “ Vediamo tanta gente attaccata ai gatti, ai cani, poi lasciano senza aiutare la fame del vicino, della vicina. questo no. No, eh! D’accordo ?

Ma non è Papa Francesco estensore ed interpretatore di una cruda e feroce realtà ?

E’ inutile nasconderlo quasi ogni giorno avvengono episodi, che non hanno nulla a che fare con gli animali anche se sono animaleschi, ma sono omicidi e suicidi che non si contano più, specialmente in famiglia, che destano profonda preoccupazione nell’opinione pubblica, non ultimi quelli avvengono nella n/s intollerante vita dove il marito od il compagno, forse in fase di depressione o quant’altro, ha compiuto l’uxoricidio della propria moglie o della propria compagna con tentativi di suicidio Petizione 2013 

Come persone civili siamo ormai impotenti, dobbiamo difenderci : ma come e da che cosa ?

Come cristiani, soprattutto cattolici, la Fede Cristiana ci insegna che tutti i credenti non devono restare indifferenti nella difesa della vita e della dignità dell’uomo, innanzi alla violenza ed alle morti che stanno avvenendo nelle n/s città e nei n/s paesi !

Come cittadini dobbiamo essere nella difesa dei diritti fondamentali della libertà stabiliti dalla n/s Costituzione, dove ne siamo tutti responsabili, specie nel rispetto della persona umana e di quelle norme che molti “non operano” mettendo in pericolo il sistema democratico del n/s Paese .

Più di una volta la Chiesa condanna l’insicurezza e la violenza, anche Papa Francesco avverte “Tutti abbiamo sperimentato insicurezza, smarrimenti e perfino dubbi : tutti anch’io. L’insicurezza è parte del cammino della Fede “ ( Udienza Generale Piazza San Pietro 2 aprile 2013 ) .

Comunque non vi è alcuna giustificazione per gli omicidi, genocidi, suicidi, femminicidi che avvengono nelle n/s famiglie a causa di “negligenze esterne” che fanno mancare quella serenità domestica che ci deve accompagnare nella n/s vita divenuta tumultuosa, a causa delle Istituzioni che non sanno risolvere le problematiche in cui si dibattono i cittadini, tra ingiustizie, corruzioni, concussioni !

Non bastano le parole per risolvere e far quadrare i bilanci familiari, ma la mancanza di rispetto degli esseri umani e favorire l’idolatria per cani e gatti che non hanno presunzioni di divinità ! ( anche se il loro esempio, a volte, ci insegna il modus vivendi !).

I tragici avvenimenti descritti dai mass media sono purtroppo bollettini di guerra, di una guerra fratricida che non vogliamo vedere, ma che affogano le loro radici nell’odio e nelle grandi “baruffe” politiche , riportando casi che provocano l’insicurezza e la violenza, mai a ricercare e denunciare le motivazioni di fondo che hanno scaturito le cause di quanto avviene od è avvenuto !

Quanto accade, anche se in parte sono chiari segni di deterioramento della società, la gente è stanca, incompresa, demoralizzata, sfiduciata : questo è molto pericoloso per la n/s sicurezza !

Cosa possiamo dire alle Istituzioni, TUTTE, come cittadini e come cattolici : dobbiamo avere, almeno, il senso dell’equità per ottenere la serenità !

“Andiamo avanti con speranza” come saggiamente ha detto il Santo Giovanni Paolo II°

Previte

La nostra Associazione per la promozione sociale costituita nel maggio del 1994 non ha richiesto nè gode di contributi economico-finanziari palesi od occulti.

Newsletter

1 commento