“Budget del ricoverato”, è eutanasia mascherata?

0
890 Numero visite

La “ Convenzione sui diritti delle Persone con Disabilità ” dell’ONU ( Distr. General 6 december 2006 sixty-first Session A/61/611 ), è stata una conquista di diritti a vantaggio di una parte della disabilità non riconoscendo , però, quella relativa all’handicap psichico, Convenzione incarnata, dopo, nella legge 3 marzo 2009 n. 18 speciale dossier). Ma cosa è e a cosa serve la “Convenzione “si domanda il cittadino ? Per il cristiano è bene leggere lo speciale dossier !

Eutanasia-8Il mondo annovera, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità ( da Atti 1° Conferenza Internazionale Vaticana Dolentium Hominum n.34 Anno XII 1997 n.1 “Disagio della mente Umana  Chiesa e salute nel mondo) : da 0 a 1500 milioni di persone soffrono di disordini neuropsichiatrico .

In Europa, una persona su 4 è affetta da patologie mentali gravi, 18,4 milioni di persone fra i 18 e i 65 anni sono colpiti da forme gravi di depressione ( Parlamento Europeo John Bowis PPE/DE.UK Relazione sul miglioramento della salute mentale della popolazione. Verso una strategia sulla salute mentale per l’Unione Europea Strasburgo 6 settembre 2006).

Il Vaticano in sede ONU ha contestato, solo, quella parte inerente la riproduzione e pianificazione familiare  ( artt.23 e 25 “Convenzione”) ed i servizi riproduttivi perché possono introdurre l’eutanasia, l’aborto, la sterilizzazione e la negazione al diritto alla vita .( Leggere lo “Speciale dossier “).

Condivido ampiamente le giuste “riserve” del Vaticano aggiungendo che “queste normative” sono in contrasto con l’art.10 per “l’inalienabile diritto alla vita”, con l’art.15 dove “nessuno dovrà essere sottoposto ad esperimenti medico-scientifici” e con l’art.16 dove si è contro “ogni forma di sfruttamento, violenza od abuso”, e con l’art.25 lettera f) difende la vita, cioè  il rifiuto dell’assistenza sanitaria o dei servizi sanitari nonché di alimenti  o liquidi a causa della disabilità”.

Ritengo sempre, com’è nella normalità, che la vita va difesa per la sua assoluta e suprema dignità, anche quando è debole ed indifesa specie quando avvolge il mondo della sofferenza e della disabilità : Petizione 2013

Ora si va affermando in Italia, anche nel campo della disabilità in genere, il “budget del ricoverato”, vale a dire che superato l’intervento finanziario predisposto dal SSN, il paziente, in qualsiasi condizione di salute si trova viene dimesso dalla struttura ospedaliera, ancor più grave, se agonizzante, in fase terminale ed in età avanzata come si va “ventilando nelle corsie ospedaliere e come pare avvenga nell’era tecnologicamente civile in Inghilterra ( Doldi – SIR 7 settembre 2009). budget del ricoverato.

Questa sarebbe pura eutanasia che sconvolgerebbe non solo il mondo della sofferenza indifesa.

Questa nuova ed inconcepibile situazione è contro la Costituzione Italiana ( art. 1, 2, 3, 32), i Trattati Internazionali e la Costituzione Europea che ribadisce che l’individuo è persona, un essere umano a qualunque età e condizione esso si trova.

Riteniamo doveroso, essenziale e non procrastinabile che il Servizio Sanitario Nazionale o meglio il Ministro della Salute chiarisca il diritto inalienabile alla vita di ogni paziente disabile e non chiacchiere !

 

Le Petizioni inoltrate ai due rami del Parlamento per una chiara risposta sull’ipotesi di questo “budget del ricoverato” non trova ancora oggi maggio 2916 una risposta ,

E cosa fanno i cristiani ? Anche Papa Francesco avverte in twet e domanda “ Non basta di essere cristiani, bisogna vivere la Fede non con le parole, ma con le opere” (  20 gennaio 2014 da Radio Vaticana) .

E con le sagge parole del Santo Giovanni Paolo II° :” Andiamo avanti con speranza” !

Previte

http://digilander.libero.it/cristianiperservire

La nostra Associazione per la promozione sociale costituita nel maggio del 1994 non ha richiesto né gode di contributi economico-finanziari palesi od occulti .

Newsletter