Più Sordi tra l’insistente…pioggia

0
1.850 Numero visite

Scrosci di pioggia intervallati da sprazzi di sole ha reso la domenica del 14 giugno 2015 la giornata a Colorina da una amena Valtellina; una gara di pesca alla trota individuale dedicata al “Memorial Emilio Masa” un nostro caro socio e amico scomparso da quasi due anni.

1_valtellina

La ricorrenza è stata organizzata dall’Associazione Amici e Volontari Sordi Valtellinesi con la stretta collaborazione della signora Giulia col suo figlio Ermanno per ricordare quel bonario Emilio di Lanzada ex membro e promotore della nostra associazione. Una persona squisita sotto tutti gli aspetti per un tragico destino ci ha lasciati con tristezza.

DSC_0326_pescaValtellina

La gara s’è voluta organizzare, perché il caro Emilio era un appassionato di pesca e salutarmente frequentava il suo hobby tra i torrenti dove confluivano nel placido Adda e nei laghetti dell’alta Valtellina.

I partecipanti alla gara di pesca sono stati quasi una ventina ma non tutti provetti, alcuni per la prima volta hanno provato, nonostante l’insistente pioggia ad appassionarsi con la lenza, perché hanno pescato anche con un senso di emozione le energiche e guizzanti trote. È stata per tutti un “battesimo di fuoco”, cioè una proficua pesca poiché il catturato ammontava a 150 prede! Quasi tutti i provetti sono riusciti ad arrivare ai primi posti per il maggior numero di prede pescate a cominciare da Savino, Arialdo e Nicola arrivati ai primi tre posti con coppe e vari premi.

3_valtellina

E le loro donne e amiche? Non si sono fatte avvilire; grazie all’estroversa e animatrice Anna di Ponte Valtellina nell’attiguo bar pesca, al calduccio ha dato dei corsi di patchwork alle signore che si sono piacevolmente armate di aghi e fili a fare dei piccoli approcci a quel “divertimento del cucito” persino un mancato pescatore (complice la pioggia) ha fatto parte a quell’esperimento femminile. Incuranti delle prolungate intemperie sia i pescatori che le aspiranti cucitrici di patchwork hanno trascorso una piacevole giornata anche con chiacchiere e pranzi a base di salamelle, costine, formaggi, polenta taragna…accompagnati da generosi bicchieri di vino. Un plauso va rivolto alla signora Giulia col suo unico figlio Ermanno per aver fatto un delizioso pensiero; una donazione delle bellissime maglie mimetiche con la dedica “Memorial Emilio Masa”.

Grazie di cuore ed arrivederci alla prossima.

Del Grosso Giuseppe

Newsletter