Disoccupazione sordi napoletani

0
1.550 Numero visite

Di recente ho letto una comunicazione pubblicata sul sito dell’ENS nazionale relativa al tema “Immobilismo provincia di Napoli confronti legge 68/99” (link: http://www.ens.it/attachments/article/2651/COMUNICATO%20STAMPA%20-%20IMMOBILISMO%20PROVINCIA%20NAPOLI%20CONFRONTI%20LEGGE%2068-99.pdf) in cui si legge la protesta attuata da Galluccio, attualmente presidente ENS Campania, a proposito del fallimento della legge 68/99, CONFESSO CHE SONO RIMASTO TOTALMENTE INORRIDITO.

21-NapoliSfondoVesuvioImbrunire

Secondo me, il signor Galluccio NON HA COMPRESO BENE che il problema lo ha causato proprio lui stesso, perché molti mi dicono che Galluccio ha firmato in qualità di MEMBRO FAND (OSSERVATE QUESTO DETTAGLIO MOLTO IMPORTANTE!) la soppressione della chiamata numerica al collocamento di Napoli e provincia.

Come ben sapete, la legge 68/99 impone il 60% della chiamata nominativa attraverso il percorso matching (ovvero colloqui e test presso il centro impiego e poi quest’ultimo avvia i disabili a colloqui finalizzati ad assunzione da aziende selezionate che richiedono professionalità specifiche) e il 40% numerica.

La realtà è questa: se teniamo conto che la maggior parte dei sordi non hanno un grado di alfabetizzazione adeguato ( come certe persone che conosco io ) è MOLTO DIFFICILE CHE VANTANO professionalità specifiche per potere essere avviati con la chiamata nominativa!

La mia conclusione è questa: Galluccio dice ai sordi di Napoli di protestare con la provincia di Napoli ma in realtà dovrebbe dire onestamente ai sordi di protestare nei suoi confronti proprio perché lui stesso ha creato questa situazione di GRAVE DISOCCUPAZIONE dei sordi napoletani.

A causa di questa assurdità, vorrei esprimere un grande sostegno ai SORDI NAPOLETANI!

Un caro saluto,
Giulio Scotto di Carlo

Notizie via email