Conferenza Nazionale sulla disabilità a Roma

Tutti i provvedimenti del PNRR per accessibilità ed inclusività

0
93 Numero visite
PUBBLICITA

ROMALunedì 13 dicembre, si terrà la Conferenza Nazionale sulla disabilità, promossa dal Ministro per le disabilità, Erika Stefani, con la partecipazione e il saluto del presidente del Consiglio, Mario Draghi.

PUBBLICITA

L’evento è in programma dalle 9.30 nella sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Via di Santa Maria in Via, 37b a Roma). Nel corso della Conferenza saranno anche presentati i risultati della Consultazione pubblica avviata il 20 ottobre scorso (fino al 20 novembre) “Verso un piena inclusione delle persone con disabilità” con il fine di creare una società sempre più inclusiva in linea con i principi della Convenzione ONU. Sono state inviate oltre 300 proposte da parte di cittadini ed associazioni in risposta alla consultazione che sono state classificate per le differenti aree tematiche: accessibilità, mobilità all’interno dell’UE, vita indipendente, percorsi formativi inclusivi, inclusione lavorativa di qualità, cultura, sport e turismo accessibile, best practices.

Le sessioni di lavoro della Conferenza in programma saranno poi dedicate ad alcune di queste tematiche e vi parteciperanno, oltre ai rappresentanti di governo e associazioni, esponenti della società civile, docenti universitari e rappresentanti dell’Osservatorio Nazionale Disabilità. La Conferenza sarà anche l’occasione per presentare le politiche per la disabilità nel PNRR, a partire dalla Legge delega sulla disabilità, all’esame in questi giorni del Parlamento. Seguiranno alcuni focus sui fattori abilitanti per il Progetto di Vita Indipendente nel PNRR (accessibilità, inclusione lavorativa di qualità, istruzione e nuove competenze, sport) nonché una riflessione su un nuovo Patto sulle disabilità tra Stato, Regioni ed Enti locali. Le conclusioni della Conferenza saranno affidate al Ministro per le disabilità.

Oggi 9 dicembre, inoltre, il ministro Stefani era intervenuta a sottolineare l’importanza del voto in Senato sul processo di autodeterminazione della persona disabile: “Con il primo ok a delega su disabilità si compie passo avanti verso piena inclusione”. Ora dopo il passaggio al Senato – potrà diventare legge e porrà l’Italia tra i Paesi all’avanguardia nel rispetto della Convenzione Onu”. Così il ministro per le Disabilità Erika Stefani dopo che l’Aula della Camera – esaminati gli emendamenti – ha dato il via libera al disegno di legge delega al governo in materia di disabilità. – (PRIMAPRESS)

 

PUBBLICITA
Notizia