Il M5S aderisce all’appello dei non udenti contro il Canone Rai

0
683 Numero visite
PUBBLICITA

in Giorgina Drinòczi: Ho ricevuto messaggio da On. Tiziana Ciprini (06.10.2016) – #FACCIAMOCISENTIRE: IL M5S ADERISCE ALL’APPELLO DEI NON UDENTI CONTRO IL CANONE RAI

PUBBLICITA

14563403_10207699323908817_7667584869800299849_n
Guardare le immagini in TV senza sentire le voci. Avere accesso ai servizi di sottotitoli solo in alcune emittenti ma solo per poche ore al giorno, in ritardo con il parlato e con testi per nulla fedeli all’originale. Questo è ciò che succede oggi a una persona non udente. Eppure queste persone si ritrovano il canone RAI addebitato nella bolletta elettrica, esattamente come gli altri. E, come se non bastasse, servizio radiofonico compreso!

Che, per chi non sente, è una vera presa in giro.
Il #M5S alla Camera e in Vigilanza Rai ha chiesto al Governo che ai non udenti, per la loro impossibilità a usufruire in forma completa del servizio radiotelevisivo pubblico, non venga più fatto pagare il canone RAI in bolletta elettrica e che vengano sollecitate le televisioni pubbliche e private a fornire un servizio di sottotitoli continuo e preciso.

PUBBLICITA
Notizia