A invalidi e disabili l’INPS pagherà 1.800 euro al mese per 3 anni ma solo se fanno domanda entro il 30 aprile

0
533 Numero visite
PUBBLICITA

Vivere in una condizione di disabilità non è semplice anche sotto il profilo economico, nonostante le varie agevolazioni e indennità previste dal legislatore. Molto spesso non è semplice neanche per i familiari che prestano assistenza, soprattutto se svolgono un’attività lavorativa nonostante i permessi concessi con la Legge 104.

PUBBLICITA

di Valentina Altobello

Pertanto il nostro ordinamento riconosce a seconda della gravità la possibilità di ottenere anche un assegno per l’accompagnamento, a prescindere dal reddito. Inoltre per alcune patologie specifiche ma con una determinata certificazione assegna più 500 euro senza tenere come riferimento l’entità del reddito. Ma oltre a ciò, a invalidi e disabili l’INPS pagherà 1.800 euro come contributi per ricoveri che si rendono necessari, presentando domanda.

Infatti l’Istituto previdenziale ha pubblicato il primo aprile il bando “Long Term Care – LTC 2022″ per ricevere contributi per ricoveri presso residenze sanitarie assistenziali. Il bando è previsto a favore degli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali. Nonché degli iscritti alla Gestione speciale di previdenza Gruppo Poste Italiane spa.

A invalidi e disabili l’INPS pagherà 1.800 euro al mese per 3 anni ma solo se fanno domanda entro il 30 aprile

L’INPS anche per il 2022 conferma la procedura finalizzata al riconoscimento di contributi a copertura totale o parziale del costo sostenuto per il ricovero. In particolare, sono riconosciuti a favore di soggetti con patologie che necessitano di cure continuative di lungo periodo, ricoverati a pagamento presso Strutture sanitarie assistenziali. La prestazione è riconosciuta a decorrere dal primo luglio 2022 fino al 30 giugno 2025. Il richiedente la prestazione, alla data d’inoltro della domanda, deve possedere l’ISEE Sociosanitario Residenze in corso di validità riferita al suo nucleo familiare. Il beneficiario o il soggetto delegato dovranno presentare la domanda esclusivamente in via telematica, accedendo all’area riservata MyINPS con SPID, CIE o CNS.

Da qui digitare “Domande Welfare in un click”, cliccare su “Accedi al servizio”, poi “Scelta prestazione” e selezionare “Long Term Care”, successivamente seguire tutte le istruzioni successive. Inoltre la domanda potrà presentarsi anche mediante Patronato o Contact Center al numero 803164 da fisso allo 06164164 da rete mobile. I soggetti che già fruiscono del Long Term Care 2019 per avvalersi del descritto beneficio dovranno presentare una nuova domanda.

Quando fare la domanda

Il contributo erogato dall’INPS è pari a 36 rate mensili dell’importo massimo di euro 1.800 ciascuna. L’importo corrispondente all’indennità di accompagnamento è sottratto a decorrere dalla data di disponibilità del relativo importo. Il contributo sarà erogato mensilmente sulla base della fattura della struttura di ricovero.

La procedura per l’acquisizione delle domande è attivata dalle ore 12,00 del 1°aprile 2022 fino alle ore 12,00 del 30 aprile 2022. Entro il 31 maggio 2022 l’INPS pubblica la graduatoria sul proprio sito. Dopo la pubblicazione della graduatoria, a decorrere dal 1° luglio 2022 fino al 31 gennaio 2025 potranno presentarsi nuove domande. Infine entro 15 giorni dalla pubblicazione della graduatoria il vincitore o il responsabile del programma dovrà dichiarare se il beneficiario risulti già ricoverato. O, altrimenti dichiarare che sarà revocato entro 90 giorni dalla pubblicazione. In mancanza si decadrà dal beneficio.

 

Notizia