17.7 C
Roma
mercoledì 28 Settembre 2022
OggiOggiManca una certa sicurezza a questa infausta, pericolosa, disastrosa Corona Virus!

Manca una certa sicurezza a questa infausta, pericolosa, disastrosa Corona Virus!

Combattere la “violenza” contro le donne, migliorare il controllo delle malattie mentali, attivare intense “ricerche” Scientifico-Farmacologiche su questa cattiva situazione, rispettare la dignità umana, sarebbero auspicabili obiettivi che una società moderna come l’Italia, dovrebbe intensificare per  la prevenzione di questa sempre più crescente malattia sociale .

Dostojevskij diceva che una società va giudicata a seconda del trattamento che riserva ai malati di mente, oggi 2020, questo asserto dovrebbe essere indirizzato a coloro che hanno la Corona Virus, mentre oggi abbiamo una Sanità Pubblica malata, una incompleta trasformazione della Sanità Pubblica, questo si deduce da quanto ci dicono i mass media nel narrare che persone entrate nei Pronto Soccorso dei n/s Ospedali –

Lo stesso dicasi che tagli di Bilancio Sanitario che si sono verificati potrebbero essere utilizzati nel limitare, in nome del risparmio il diritto alla vita ed alla salute dei cittadini disumanizzando il rapporto sociale, senza tener conto che l’opinione pubblica e le famiglie dei malati della catastrofica Corona Virus attendono un vaccino che possa far terminare questa inquieta e tormentata Italia, ormai nelle braccia di persone straniere .

Oggi, pare, sovrasti nella società italiana il pericolo di limitare il diritto alla vita ed alla salute di cittadini italiani !

Questa non buona distribuzione delle risorse oggi, se vera, è sintomo di una grave ed inaccettabile contraddizione che sta provocando un giusto malessere e gravissime ricadute nel rapporto Stato-Cittadini, poiché il disagio, non proviene perché, forse, mancano risorse, ma da una Sanità Pubblica che è malata, perché il n/s Paese sta diventando e vive il periodo in cui si semina l’ipocrisia con una solidarietà di facciata, di disinformazione che resta lontana nel tempo e nei fatti

Auspichiamo che questi cittadini non siano “maltrattati” nelle Case di Riposo nella loro solitudine, nella loro sofferenza, non siano ghettizzati , negando un diritto, ma siano sostenuti dalle Istituzioni non con le parole, ma con i fatti .

Anche se in questo momento si evidenzia una situazione sempre più confusa, di litigiosità politica, spesso incomprensibile e di difficile “lettura” da parte della gente, Signor Presidente del Consiglio dei Ministri Avvocato Giuseppe Conte, attendiamo, senza acredine e fuori da ogni considerazione politica, una Sua risposta !

E con le giuste parole del Santo Giiovanni Paolo II° “ andiamo avanti con speranza !”

Previte

http://digilander.libero.it/cristianiperservire 

REDAZIONE
REDAZIONEhttps://www.sordionline.com/
Mario Parisella, classe 1959, è molto orgoglioso di essere sordomuto e non semplicemente sordo, che ha realizzato in proprio fino ad oggi ed in forma del tutto volontaria. E' contro la legge 2006/95
INFO PUBBLICITARIA

Articoli recenti

Recent Comments