Malati mentali ignorati dallo Stato Sociale?

0
669 Numero visite
PUBBLICITA

Non vi è alcun dubbio, questo alla luce dei gravi episodi quasi giornalieri folli episodi attribuibili ai i malati psichici, che essi sono assolutamente dimenticati dallo Stato Sociale e Sanitario, dimostrando la necessità di urgenti e non procrastinabili Interventi Legislativi .

PUBBLICITA

La follia di menti psichicamente instabili nei quali bambini, donne, anziani. disabili sono vittime di incuria violenze ed abusi d’ogni genere ci lasciano, anche con l’opinione pubblica, allibiti, perplessi, sconcertati .

Di fronte a tutto quello che giornalmente succede, il Sistema Pubblico mostra continue e crescenti difficoltà, amplificate dal progressivo impoverimento delle risorse di personale .

Infatti in molte Regioni gli Organici del Personale sono addirittura la metà di quelli fissati dell’ultimo Progetto Obiettivo Nazionale e dalla generale scarsità di risorse finanziarie, che per la salute mentale si attestano mediamente su circa il 3.5% dell’intera Spesa Sanitaria, a fronte di cifre comprese fra il 10 e il 15% di altri  Paesi Europei .

Le necessità nonché l’urgenza, del “malato” sono i tagli dei trattamenti psicofarmacologici, mentre la spesa farmaceutica italiana aumenta per tutti  .

I “fattacci” avvenuti quasi giornalmente, come ci informano i TG nazionali, sono evidenti manifestazioni di una realtà che da moltissimi anni invadono le cronache dei mass media e dimostrano l’inconfondibile e grave stato di deterioramento prodotto dal silenzio e dall’incuria delle Istituzioni .

Secondo il Rapporto Salute Mentale del Ministero 2015 della Salute in Italia si spendono in questo Settore circa 3,5 miliardi di euro all’anno, per oltre la metà assorbiti dalla spesa per l’Assistenza Residenziale, mentre la spesa farmaceutica è poco più di 600 milioni di euro, circa il 17% dunque della spesa per la salute mentale, considerando sia la spesa “convenzionata” che quella “diretta” o “per conto” delle Aziende Sanitarie.

E’ una situazione così difficile da risolvere ? Non credo : si tratta solo di buona volontà, in quanto si fa tanto chiasso nell’immediatezza dell’episodio, per poi voltare pagina e lasciare nel buio di un angolo anche della nostra coscienza, i diversi scottanti problemi come quelli sollevati dalla malattia mentale.

La n/s Associazione ha sempre richiesto con rinnovate Petizioni , anche Europee, con la massima urgenza e dopo ben 39 anni dalla chiusura dei “manicomi”, una legge-quadro nazionale di riforma dell’assistenza psichiatrica, affinché le singole Regioni possano in maniera omogenea intervenire con Provvedimenti Legislativi di aiuto alla patologia mentale.

Rifinanziare le missioni militari, come l’ultima avviata da questo Governo, “viaggi” all’estero, inutili e gravose “manifestazioni”ecc. e nelle leggi finanziarie ignorando la salute dei cittadini con problemi di “malattia mentale”, lo diciamo da tempo, non è amministrare come dovrebbe fare il “buon padre di famiglia”, a fronte di impellenti necessità e priorità come nei casi sopra esposti.

Non voler trovare “fondi” per attivare quegli strumenti tecnici per abbattere le molte barriere fisiche e psicologiche affinché siano in grado di assicurare un livello di indipendenza e sicurezza come quelle strutture per i disabili psico-fisici che attendono una soluzione da moltissimo tempo, dimostrano un grandissimo disinteresse verso la società e verso quel principio fondamentale di solidarietà etica !

Bisogna stare molto attenti alla sostanza ed accantonare una volta per tutte, restando con i piedi in terra, il “mondo ed il libro dei sogni” !

Ma dove è finita quella “solidarietà sociale”, più volte vanamente esposta ormai ritenuta dall’opinione pubblica pseudo ed ipocrita da parte di tutti i politici conclamata, anche, nei programmi elettorali per le “politiche” del 4 marzo 2018 ?

Un ennesimo appello è rivolto al buon senso del Legislatore che uscirà dalle elezioni politiche della prossima primavera, perché trovi una soluzione più confacente alla evidente, anche se latente, gravità di molte delle turbe di cui soffrono i malati mentali,per non dovere ancora “assistere” alla “mattanza di innocenti” come quasi giornalmente avviene !

 

E con le sagge parole del Santo Giovanni Paolo II° : ” Andiamo avanti con speranza”!

Previte

http://digilander.libero.it/cristianiperservire

La nostra Associazione per la promozione sociale costituita nel maggio del 1994 non ha richiesto né gode di contributi economico-finanziari palesi od occulti

Notizia