E’ sempre una delusione il comportamento delle Istituzioni verso i disabili!

0
1.178 Numero visite
PUBBLICITA

Il mondo della disabilità, del dolore, della sofferenza deve constatare che i disabili nel loro rapporto fisico e quelli nella psiche, ancora una volta sono dimenticati dai Governi che si sono succeduti a Palazzo Chigi, nelle Assemblee Legislative e nella Politica col P maiuscolo come dice Papa Francesco, mentre restano gravi ed urgenti i problemi dell’assistenza, dopo ben 39 anni dall’emissione delle leggi che hanno abolito i “manicomi” !

PUBBLICITA

Questa è la più grande vergogna per un Paese civile !, mentre restano con la faccia pietrificata le Istituzioni !

Si stanno avvicinando le elezioni politiche ( anche se resta da stabilire con quale Legge Elettorale !), nell’ultimo “atto” altalenante del Teatrino della Politica, dove i programmi dovevano essere prioritari verso il “popolo” e verso la moltitudine di sofferenti, il Governo in carica è ancora assente su tre problematiche d’ordine sociale per  il mondo della disabilità molto rilevante : le strutture architettoniche, la malattia mentale, le insufficienti provvidenze economiche !

Le strutture architettoniche di accessibilità urbana, sono “invadenze” varie, che restano ancora irrisolte da molti anni, in particolare : pali sui marciapiedi, passaggi pedonali, parcheggi, servizi igienici pubblici, accessi ai Servizi Pubblici, e tutte quelle “necessità” che intralciano il cammino e la vita sociale dei disabili fisici nelle n/s città e nei n/s paesi .

Sulla tematica della malattia mentale, il 13 maggio 1978 il Parlamento Italiano approvava la legge 180, mentre oggi 2017 ricorre il 39°anno dell’applicazione di questa legge ispirata dalle teorie dello psichiatra veneziano Franco Basaglia, il quale poneva fine all’istituzione manicomiale attestando che il manicomio non era un luogo di cura, ma una Istituzione da abbattere .

Le aride ed insufficienti provvidenze economiche “dedicate” al mondo della disabilità, consentono loro solo la sopravvivenza, malgrado i persistenti ed esosi stipendi e pensioni “d’oro” allegramente goduti, dai Politici, “Manager Pubblici” che tutt’ora imperversano :

Tipo di provvidenza Importo Limite di reddito
2017 2016 2017 2016
Pensione ciechi civili assoluti 302,23 302,23 16.532,10 16.532,10
Pensione ciechi civili assoluti (se ricoverati) 279,47 279,47 16.532,10 16.532,10
Pensione ciechi civili parziali 279,47 279,47 16.532,10 16.532,10
Pensione invalidi civili totali 279,47 279,47 16.532,10 16.532,10
Pensione sordi 279,47 279,47 16.532,10 16.532,10
Assegno mensile invalidi civili parziali 279,47 279,47 4.800,38 4.800,38
Indennità mensile frequenza minori 279,47 279,47 4.800,38 4.800,38
Indennità accompagnamento ciechi civili assoluti 911,53 899,38  Nessuno Nessuno
Indennità accompagnamento invalidi civili totali 515,43 512,34  Nessuno Nessuno
Indennità comunicazione sordi 255,79 254,39  Nessuno Nessuno
Indennità speciale ciechi ventesimisti 208,83 206,59 Nessuno Nessuno
Lavoratori con drepanocitosi o talassemia major 501,89 501,89 Nessuno Nessuno

 

Strutture Territoriali di Riabilitazione di lunga durata per i casi più difficili da riabilitare onde evitare che sulle famiglie gravino un carico insostenibile di disagi, costi e pericoli, con servizi specifici in strutture adeguate, l’autorizzazione al TSO obbligatorio anche in assenza del consenso del paziente almeno in determinate condizioni, la prevenzione dei disturbi di comportamento e di psicopatie in età giovanile ed “altro”, moderne innovazione mai realizzate .

Aggiungo che a distanza di tempo e malgrado avvenimenti” e “tragedie familiari” quasi quotidiane, ancora una volta dobbiamo constatare che la politica non vuole integrare i sofferenti problemi psicofisici nei privilegi della società, né iniziare un processo di rinnovamento, oggi, tanto declamato.

Solo litigi, disinteresse, sconnessa e dissociata politica e nessun vantaggio è pervenuto per questi sofferenti, per le loro famiglie ed a garanzia, soprattutto, della sicurezza dei cittadini .

E’ augurabile che, come al solito, ripetiamo, non finisca il tutto con quelle belle illusorie parole della politica, trionfo dell’ipocrisia, altrimenti, Signori della Politica, sarebbe come cospargere di miele l’orlo del calice delle parole per trovare in fondo l’amaro della delusione !

Ancora una volta dobbiamo ricordare che è anche famiglia quella che continua a mantenere la promessa di fedeltà reciproca dei coniugi, a farsi carico dei propri figli, ad aiutare i propri genitori anziani, soprattutto, a curare i membri disabili o svantaggiati.

Ecco in sintesi il bilancio, anche se un po’ lungo, che resta al popolo italiano : , dove prevale, purtroppo, la logica gattopardesca che tutto avvenga purché nulla muti !

Con le parole del Santo Giovanni Paolo II° : “Andiamo avanti con speranza !”

 

Omaggio al Beato Giovanni Paolo II (cliccare ! )

Previte

 

http://digilander.libero.it/cristianiperservire

Notizia